Speciale Sanremo: Recensioni, Commenti, LOLs

teatro-Ariston

Dal 2010, ogni anno, puntualmente, questo blog dismette le sue vesti seriose per qualche giorno e diventa un blog nazional-popolare, impegnato nello sport dell’infamare nei modi più arzigogolati il Festivàl di Sanremo, la celebre competizione canora che monopolizza i giornali di gossip di tutta Italia per un paio di settimane da tempo immemore; per capirci, quando Nilla Pizzi era ancora una ragazzina, e quando c’era ancora una accesa discussione su cosa fosse meglio per il futuro: organismi monocellulari o pluricellulari?

Nato per scherzo, questo appuntamento annuale è un modo per scherzare sulla mia presunta seriosità in sede di analisi musicale, ed è anche un modo per concentrare tutti quei turpiloqui che non posso scrivere nelle recensioni “serie”.  Inoltre, è anche un pretesto per mandare a puttane qualsiasi tentativo di essere oggettivi ed equilibrati. Per dire, se ti vesti male fotte sega che poi canti bene, magari verrai stroncato.

Edizione 2010:

Edizione 2011:

Edizione 2012:

Edizione 2013:

Edizione 2014:

Edizione 2015: 

Edizione 2016:

Edizione 2017:

Edizione 2018:

Annunci

Un pensiero su “Speciale Sanremo: Recensioni, Commenti, LOLs

  1. OTTORINO ha detto:

    Qui c’é poco da scrivere qualche commento, anzi forse ci sarebbe da scrivere un libro. Incominciamo con la rivelazione, così dite voi, ma chi, forse del gessato Baglioni che a me ha dato l’impressione di essere così impacciato che faceva fatica a parlare.Anzi mi e sembrato più un suo concerto che il presentatore.La Bocca di serpente Hunziker, ha cambiato solo vestiti facendoli sfigurare perché non ha un portamento elegante da poter avvalorare i vestiti che indossava. Solo le zizze di fuori. Poi se qualcuno volesse argomentare cosa ha fatto il rivelatore siamo pronti ad ascoltare.Solo il grande FAVINO ha dato prova di essere all’altezza della situazione sembrava un veterano del festival, si é mosso con una maturità come se ne avesse fatti tanti. Il prossimo presentatore potrebbe essere già lui. Non dico nulla dei testi, e dei cantanti, perché chi ama le canzoni napoletane che sono DELLE POESIE, quando vede questo tipo di San Remo gli viene da piangere, perché sembra più una festa del patrono che una manifestazione dove pensa di ascoltare dei bei testi, e della buona musica con dei bravi CANTANTI. Questi sono cani non dei cantanti.

    Piace a 1 persona

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...