Categorie
millennio musica

Gli Artisti Del Millennio #77: LIBERTINES

Gli Artisti Del Millennio #76: INTERPOL

Inglesi ,sono una formazione che riunisce lo spirito del garage-rock revival con quello dell’indie-rock statunitense più orecchiabile, fondendo 60s e 70s in un mix di Who, Kinks, Beatles, Rolling Stones e Sex Pistols. Guidati dallo scapestrato Pete Doherty, drogato e mezzo criminale, hanno avuto una carriera incostante ma tanto spazio sulle riviste di gossip, così tanto da oscurarne i meriti musicali. Sono risorti, probabilmente per un addio, nel 2015.

L’esordio Up The Bracket (’02) è un concentrato di ritornelli coinvolgenti che saccheggiano il passato con furbizia, montando melodie orecchiabili su rock’n’roll supersonici à la Replacements o su numeri che sembrano provenire direttamente dai Mod. “Vertigo”, “Horrow Show”, “Boys In The Band” e “Up The Bracket” sono i graffi, “Time For Heroes” è la carezza melodica. “Begging” è il momento maggiore, con una coda psichedelica. L’album anticipa una nuova ondata di gruppi dall’indole punk e le melodie pop (Arctic Monkeys, Franz Ferdinand ecc). In fondo, è l’idea dei Clash riproposta in un periodo dove nessuno li imitava più. Doherty subito mina la carriera della band, strafacendosi di droghe e finendo persino in galera. The Libertines (’04) segue il modello dell’esordio, regalando il trasognato ritornello di “What Katie Did”, il loro brano più ruffiano ed orecchiabile. Con la band allo sbando, scompaiono dalle scene fino al 2010, ma arrivano al terzo album solo con Anthems For Doomed Youth (’15). Sono ancora una fabbrica di ritornelli da antologia. Rinfocolata dal reggae, la partenza dell’album è bruciante. Altrove la band sembra più matura, nel senso di senile, intimista e malinconica. Non era rivoluzione all’esordio, non lo è neanche adesso, ma sonocapaci di suonare la loro musica, peraltro curandone l’evoluzione con un’inedita maturità. Rimane il rammarico per quella che poteva essere una nuova istituzione del rock, crollata sotto il peso della tossicodipendenza.

Tanto chiacchierare di loro, ma spesso non di musica. Il platino dei primi due album, ottenuto solo in patria, si scontra con l’argento del terzo album: è trascorso troppo tempo, troppo gossip ha sommerso la questione musicale. Ingeneroso 70 del metascore al terzo album, ma in linea con quanto accade su Rate Your Music.

Classificazione: 3 su 5.

Gli Artisti Del Millennio #78: USHER

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...