Gli Artisti Del Millennio #63: YEASAYER

Not another neo-psych band: potrebbe essere questo il motto di questo trio di Brooklyn, che sicuramente suona musica visionaria ma che ben si distingue dai contemporanei eroi del revival dell’allucinazione musicale. Sofisticati esploratori delle tradizioni etniche, profeti post-moderni del mistico e dell’esoterico, raffinati tessitori di armonie, sono l’anima più creativa della nuova musica psichedelica. La loro sintesi, ridimensionata nell’ambizione, tende nella seconda parte della carriera all’etno-pop degli 80s.

Raro caso di band che compone collettivamente i brani, deve forse al processo creativo insolito la propria peculiarità di risultati. Dice uno dei fondatori: “When I write a song, I’m always thinking of the harmonies; for me the song doesn’t really exist without the harmonies.“. All Hour Cymbals (’07) è un raro caso in cui i riferimenti neo-psych sono soprattutto mistico-religioso-esoterici. Le giostre sonore viaggiano su armonie ipnotiche, sospese nel cosmo della mente, sfoggiando un potere immaginifico che ricorda l’acid-rock cosmico dei Grateful Dead ma lo fonde con la raffinata ricerca timbrico-armonica dei Beach Boys e dei Beatles e con il pan-etnico dei Talking Heads. Bastano le iniziali “Sunrise”, “Wait For The Summer” e “2080” a far intuire l’eccezionalità della formula. Da Odd Blood (’10) riducono lo spettro stilistico, pur confermandosi maestri nell’animare i brani, ora più lineari, con creative soluzioni armomiche e timbriche. Diventano purtroppo meno movimentati con Fragrant World (’12), opulenta rievocazione synth-pop con ormai poche allucinazioni. Amen & Goodbye (’16) mischia le carte: ballabile e psichedelico, frammisti o alternati. Erotic Reruns (’19) sembra invece lo stanco lavoro di una band a fine carriera.

Plauso critico per l’esordio, anche #197 nei migliori album degli 00s per Pitchfork. Continuativo calo del consenso con gli album successivi, fino a 63 di metascore di Erotic Reruns. Stessa parabola discendente su Rate Your Music, che per di più rimane poco entusiasta anche per il primo album. Le vendite sono da gruppo di nicchia, come prevedibile: Odd Blood arriva a 80mila copie in Usa.

⭐⭐⭐

Gli Altri Artisti Del Millennio:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...