Gli Artisti Del Millennio #55: NEKO CASE

Neko Case è una delle più originali interpreti del Country negli anni 00s. Questa giovane statunitense riesce a contornarsi di musicisti eccellenti e spazzola la lunga tradizione statunitense facendo leva su una voce intensa e vibrante, capace di virtuosismi e di grande comunicatività. Attiva anche nei New Pornographers, ha costruito anche un ampio repertorio parallelo di cover.

Blacklisted (’02), primo album di materiale originale dopo due album principalmente di rifacimenti, può vantare un esercito di musicisti di spicco (Howe Gelb, Kelly Hogan, Mary Margaret O’Hara, Joey Burns, John Convertino e Dallas Good). La Case ci mette una voce incredibile, capace di spostarsi con naturalezza fra il malinconico ed il lugubre, il flebile e l’epico, fra il romantico e l’innodico. Il più grande album alt-country del decennio, guidato da una prova vocale magistrale supportata da musicisti d’eccellenza, mette in crisi gli stili classici a cui si ispira, piegati alla creatività. La critica la consacra con Fox Confessor Brings The Flood (’06), colmo di melodie sognanti e voce fiabesca ma meno coraggioso, stravagante, meno “alt” e più “country”. Il capolavoro “Dirty Knife”, una delle più spettacolari prove vocali della Case ed un gioiello di arrangiamento multi-etnico, suona come la conferma del suo genio. In Middle Cyclone (’09) segue modelli classici, fatti di “misura” e di equilibrio, dove può viaggiare leggiadra con la sua voce. Pur con questi presupposti, continua a spazzolare stili e proporre atmosfere e richiami sempre diversi. The Worse Things Get, The Harder I Fight, The Harder I Fight, The More I Love You (’13) trasforma la normalizzazione degli ultimi album nel territorio in cui far fiorire arrangiamenti ricercati come non mai e proporre sviluppi inattesi. Non azzardato più con una creatività sbilenca, ma lavora certosinamente ai dettagli. Hell – On (’18), dopo una lunga attesa, conferma il nuovo corso, dove gli arrangiamenti sono sempre più elaborati. Confermata la sua statura da cantautrice, una delle più grandi di inizio secolo, non si segnalano però particolari sorprese.

Nonostante l’entusiasmo della critica, confermato da metascore spesso oltre gli 80, le copie vendute rimangono complessivamente sotto la soglia del milione. Gli appassionati, comunque, le risconoscono in Blacklisted e Fox Confessor un incredibile uno-due, tanto che su Rate Your Music li troviamo rispettivamente al #2.790 e #2.763 dei migliori album di sempre. Ha attirato persino l’attenzione di Playboy, che la voleva nuda: ha rifiutato.

⭐⭐⭐⭐

Gli Altri Artisti Del Millennio:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...