Gli Artisti Del Millennio #47: AVALANCHES

Dj australiani, hanno dalla loro due soli album e una manciata di Ep, ma come accadde per i My Bloody Valentine nei 90s, tanto basta per renderli interessanti. Hanno stravolto la musica della loro nazione, poi hanno conquistato il mondo con un esordio epocale, capolavoro della musica plunderphonics, basata sull’uso massiccio di materiale musicale pre-esistente assemblato in modo complesso.

Pirateria è un termine centrale nelle discussione musicali degli 00s e si riferisce allo scambio illegale di file musicali, prima su compact-disc tarocchi e quindi nelle reti peer-to-peer sondabili con i vari eMule e Kazaa. I musicofili, attraverso la pirateria, ottengono sconfinate collezioni di album, prima appannaggio solo dei grandi collezionisti, come fu il caso di Dj Shadow, altro colosso della plunderphonics. Con Since I Left You (’00) si utilizzano 3500 sample per raccontare una globale, sgangherata, vaga quanto universale storia d’amore. Indirettamente, è anche un manifesto di un mondo musicale mai così fruibile, vasto, caotico. Inoltre, è in pieno zeitgeist un frullato di nostalgia, malinconia, retromania, post-modernismo. Attingono a qualsiasi fonte musicale, oscura e celeberrima, per creare un album ballabile che suona lontano dalle mode big-beat del momento, verso un compendio dai 60s ai 90s di ritmo e melodia che suona solare, divertente, entusiasmante, psichedelico. #10 nel libro “100 Best Australian Albums”, #10 nella Top200 Picthfork dei 00s, #6 nella “50 most influential Australian albums ever” del Daily Telegraph, #6 nella classifica del decennio di Slant Magazine, #34 nella “100 Best Albums of the 21st Century” del The Guardian e inserito anche nel libro-cult “1001 Albums You Must Hear Before You Die”. 89 di metascore, all’epoca voto più alto di sempre su Metacritic per un album dance. 15 anni per avere un seguito: Wildflower (’16), con collaborazioni di spicco spunti socio-politici, è un meraviglioso viaggio allucinato venato di grandioso divertimento e dolcissima nostalgia. Un album minore solo in confronto all’illustre predecessore.

Molti appassionati impazziscono per l’esordio, #146 su Rate Your Music che ottiene anche il disco di platino in Australia e l’oro in Uk, nonostante si tratti di musica di nicchia. Grandissima attesa per il seguito, ben accolto da critica e appassionati, ma praticamente inascoltato dalla massa. Non sanno cosa si perdono.

Gli Altri Artisti Del Millennio:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...