Alcuni Dei Miei Album Preferiti Del 2019 (…Per Ora)

In attesa di qualche nuovo ascolto prima della classifica definitiva di fine anno, ecco un riassunto degli album che più mi hanno colpito di quest’anno ormai al tramonto. Per il momento, in attesa di aggiunte dell’ultimo momento, riascolti e colpi di scena, gli album a parità di voto sono elencati in ordine alfabetico. Ogni album è collegato alla sua recensione, per i più curiosi.

9/10

Bandana – Freddie Gibbs & Madlib
Everywhere at the End of Time, Stage 6 – The Caretaker
God Is Not A Terrorist – Ustad Saami
Grey Area – Little Simz
Infest The Rats’ Nest – King Gizzard And The Lizard Wizard

8/10

After Its Own Death/ Walking In A Spiral Towards The House – Nivhek
All My Heroes Are Cornballs – JPEGMAFIA
Anima – Thom Yorke
Animated Violence Mild – Blanck Mass
Caligula – Lingua Ignota
Eve – Rapsody
Hiding Places – Billy Woods & Kenny Segal
Hoodies All Summer – Kano
Igor – Tyler, The Creator
Jimmy Lee – Raphael Saadiq
Norman Fucking Rockwell! – Lana Del Rey
Nothing Great About Britain – slowthai
Purple Mountains – Purple Mountains
Schlagenheim – Black Midi
The Origin Of My Depression – Uboa
The Telluric Ashes of the Ö Vrth Immemorial Gods – Esoctrilihum
Trust in the Lifeforce of the Deep Mystery – The Comet Is Coming

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...