Recensioni 2019 #52: A Dawn To Fear – Cult Of Luna


Atmospheric Sludge Metal, Post-Rock

Questi svedesi post-metallari ci tengono compagnia da quasi vent’anni e negli ultimi quindici è delittuoso parlare di sludge senza citarli. In 80 minuti scarsi tornano quindi a dividersi fra violenza e atmosfera, da degni eredi dei Neurosis quali sono. “The Silent Man”, “The Fall” e “Lights On The Hill” entrano di diritto nel loro canzoniere migliore, già ricco e vasto, anche se evidenziano anche il limite di questa maestosa, violentemente emotiva opera: raramente si esplorano territori nuovi rispetto agli eccellenti e precedenti Vertikal (’13) e Somewhere Along The Highway (’06). L’ampliamento del lessico che loro stessi hanno portato non è quindi proseguito, cosa che potrebbe deludere dopo 6 anni di attesa dall’ultimo album vero e proprio.

7

Le altre recensioni del 2019:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...