Recensioni 2019 #49: The Liberation – Disillusion

Progressive Metal

Tornano dopo 13 anni, come i Tool, anche questi tedeschi che fecero innamorare gli appassionati con Back To Times Of Splendor (’04). Progressive-metal con più di qualche momento di death-metal melodico e in generale con uno spirito bellicoso che esplode ed illumina composizioni elaborate e tetre. “Wintertide”, “A Shimmer In The Darkest Sea”, “The Liberation” e “The Mountain” sorreggono i 57 minuti per 7 brani totali, utilizzando una struttura tipica dei classici del genere, imperniati sulle composizioni più estese. Niente di nuovo, ma è un gradito ritorno.

6

Le altre recensioni del 2019:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...