Gli Artisti Del Millennio #26: ANOHNI/Antony and The Johnsons

Più che una band, il progetto di Antony Hegarty. Nasce in Inghilterra ma vive negli Usa ed è un transgender che si considera una donna. Anche questo fa della sua esperienza artistica un caso, seguendo le aspre discussioni ma anche la nuova sensibilità nei confronti del mondo trans, mai così discusso negli anni del gender e delle lotte per i diritti LGBT. Sceglie una forma musicale teatrale, enfatica, emotiva che mette in luce un animo tormentato. Un caso eccezionale del panorama musicale, per l’identità sessuale, la presenza scenica, l’emotività. Nel solco delle tradizioni folk e chamber-pop, sfrutta un canto dal pathos esasperato.

L’esordio Antony And The Johnsons (’00) è pieno di brani accorati, umbratili, commoventi e altri più vivaci e teatrali: un musical emotivo, ma senza le immagini. I Am A Bird Now (’05), meno teatrale ma più toccante, si emancipa dai cliché del musical, conservandone strumentazione e pathos. Clamoroso 88 al Metascore. The Crying Light (’09), più sofisticato, trasforma l’emotività degli esordi in poesie sonore cameristiche e neoclassiche. La musica è protagonista ma, per quanto toccante, non suona per nulla originale e sminuisce la voce. Swanlights (’10), malinconico e riflessivo, chiude la prima parte della carriera, ripartita a nome Anohni con Hopelessness (’16), intriso di synth-pop ed electro-pop. La produzione luccicante e distopica svecchia il chamber-pop, ma il canto è inadatto a interagire con i beat meccanici e destrutturati proposti. Imbarazzante il livello dei testi e dei messaggi, con proclami politici e sociali generici e qualunquisti.

La critica ne parla spesso per il suo ruolo di transgender in un mondo musicale maschilista se non omofobo, oppure per le sue posizioni politiche vigorose. Altre volte ama il suono teatrale, enfatico, struggente, drammatico. Per il grande pubblico non esiste, ma per gli appassionati è una delle più curiose, personali artiste del suo tempo.

★★★☆☆

Gli Altri Artisti Del Millennio:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...