Recensioni 2019 #38: The Telluric Ashes of the Ö Vrth Immemorial Gods – Esoctrilihum

Death MetalBlack Metal

Un uomo solo, francese, al comando per uno degli album più spaventosi del metal estremo di fine ventennio. Voce e strumenti sono al servizio di un susseguirsi di incubi brutali e labirintici, fra massacri ritmici e frangenti malsani di melodie decadenti. Su tutto, un afflato metafisico e allucinato, in linea con le mostruose visioni di Lovecraft. Rispetto ai primi tre album è più evidente la coloritura death-metal, ad alto tasso tecnico, da affiancare a quella black-metal, ma fanno la differenza soprattutto le spettacolari parentesi thrash-metal e le devastanti fiammate di marcissimo rock’n’roll. È anche un album che supera i precedenti per imponenza: 75 minuti, 11 brani. Per chi cerca metal estremo, uno degli album dell’anno.

8

Le altre recensioni del 2019:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...