Recensioni 2019 #20: Come In – Weatherday

Lo-Fi IndieNoise PopEmo  

Bassa fedeltà, fragilità emotiva, malinconia e inquietudine in questo esordio svedese che cela sotto una maschera di semplicità da cameretta grandi ambizioni cameristiche, da dramma generazionale e sentimentale. Il paragone più scontato sono i Car Seat Headrest, ma guardando poco più in là si scorgono i Microphones. Ne nascono sgangherate ma multiformi fantasie melodiche che spazzolano l’indie-rock, dal folk all’emo-core, fino al noise-pop, con abilità da consumati performer nonostante si tratti di un’opera prima. Intimo e toccante, drammatico ed eterogeneo, è un tardo esempio di rock ultrasensibile, tipicamente adolescenziale, pieno di urgenza e trasporto.

6

Le altre recensioni del 2019:

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...