Sanremo 2019: Finale e due parole su Mahmood

Fascisti col vento

Finale sanremese, dopo la prima, le terribili seconda terza puntata più la quarta di duetti. Siamo stati insieme un altro anno, quindi direi di commentare la finale e lasciarci questa brutta storia alle spalle. Fletto i muscoli e sono, per l’ultima volta, nella fogna!


Risultati immagini per fonzi
Il mio Luis Fonzi

Serata finale significa principalmente una serata infinita. Per chi come me l’ha vista in compagnia di amici, è stata estenuante. Per chi l’ha vista da solo, non so come ci si possa riuscire. Certo la Raffaele mantiene svegli, e la partenza con Silvestri – Rancore è ottima ma poi Tatangelo con piantino, Ghemon per l’occasione vestito da Naruto esibizionista e Pau meno tarantolato già ci ricordano perché Sanremo è un piacere tutto sbagliato. Ultimo se la strasente che vince (ma poi…) mentre Nek è sempre impeccabile. Peccato poi partano sketch su sketch, roba da occupare un’ora senza vergogna, e le ospitatone: Eros Ramazzotti con Luis Fonzi, con la paura che facciano Despacito 2. Poi arriva l’upskirt più temuto del 2019, quello della Berté, con questa canzone vascosa (e quindi urlata, sguaiata e con un testo inconsistente). Renga non si sa perché abbia perso la voce, sfigura vicino a Mahmood che incontra persino problemi tecnici ma comunque fa un’esibizione impeccabile. Ex-Otago con quella frase delle orecchie, Il Bolo con quella freschezza rancida della mozzarella vecchia di 6 anni, Turci stonata e sempre più rettiliana, Zen Circus destinata ormai al fondo classifica, Pravo – Briga soporiferi (ma possiamo dirlo che è una bella melodia?) e quindi l’ospitatona di Elisa e Irama, quello che gli acuti glieli fa la corista. Lauro, il vero elemento impazzito, impresentabile, di questo Sanremo, è a suo modo perfetto: stonato, fuori fuoco, con un brano scritto in 3 minuti. Cori – D’Angelo, detti anche FAMMVREEEEE, precedono Carta – Shade, quelli di ESCUSAMAAAx18, e il santone triste Cristicchi e Nigiotti col suo nonno con il clarinetto al posto della fava. Dopo la seconda canzone di Irama, che si dice poi essere Einar, c’è un Motta che se continua così alla tredicesima serata la intona bene tutta. Poi arriva il classifica.


Risultati immagini per mahmood
Mahmood vince, Salvini muore

Per un attimo sembra che possa vincere di nuovo Il Volo, poi la cosa viene scongiurata. Ovvio che avrebbe vinto Ultimo, e invece a sorpresa trionfa Mahmood. Io, che non lo avevo previsto, ho però da subito apprezzato il pezzo, curiosamente arrangiato e dal testo originale. Il rapporto con il padre e con la religione, la difficoltà di trovare una sintesi fra le proprie radici e il proprio presente: sono temi centrali nel presente italiano di molti giovani, ancor di più che immigrati di seconda generazione. Credo abbia vinto il presente, la novità e un pezzo costruito in modo curioso e creativo. Sarà questa la migliore canzone in Italia del momento? Probabilmente no, ma una delle migliori di questo Sanremo sicuramente sì. Bisognerebbe anche ricordare sempre che Sanremo rappresenta un termometro delle preferenze della nazione in termini di musica pop, e il fatto che abbia vinto un rapper che s’è presentato sul palco con Gué Pequeno e che parla dei soldi che il padre pretende da lui dovrebbe essere un’ottima notizia. Io credo, dall’alto di 10 anni di cronache semiserie di Sanremo, che le cose siano molto cambiate in questo ultimo decennio. Sempre più si sta premiando la creatività. pur in un contesto che non può che essere istituzionale, addomesticato e televisivo come Sanremo. Il pezzo di Mahmood avrebbe potuto vedersela con la creatività lessicale e l’irruenza ritmica di un Achille Lauro, peccato che questi abbia voluto proporsi come un novello Vasco Rossi aggiornato a fine anni 10. Chi descrive la canzone come un inno ai soldi non ha capito una cippa, ma si sa che ascoltare e seguire un testo non è cosa da tutti (ed è il motivo per cui, credo, Silvestri non sia neanche salito sul podio). Chi dice che non è italiano è, che ne sia cosciente o meno, un razzista: è nato a Milano, quindi si sente italiano e italiano è. Le chiacchiere, direi, stanno a zero. Ultima nota sulla figura barbina di Ultimo che smatta in sala stampa, convinto col suo pezzone di avere la vittoria in tasca (che anche io credevo fosse da lui ipotecata): è la dimostrazione che potrà anche essere un potenziale vincitore di Sanremo, ma come essere umano deve ancora crescere tanto.


E infine la vostra opinione, a dieci edizioni di distanza, si questi speciali sanremesi, qua sotto o sulla pagina Facebook del blog. Quest’anno un formato più snello (senza la narrazione minuto-per-minuto) e più concentrato sulle canzoni. Nuova grafica, supersemaforo e il pronosticone. Che ve ne è parso? Cosa vorreste nella prossima edizione? La volete una prossima edizione?

Annunci

7 commenti

  1. Quest’anno mi sei piaciuto tanto, con semaforo e commenti. Non ho visto il fastval tranne qualche sprazzo di canzone, giusto per.. Come già ho scritto non mi dispiace che abbia vinto Mahmood. Oer me I voli potevano arrivare ultimi. Di Silvestri ho ascoltato bene il testo alla radio, ho capito bene il senso, ma mi son rotta di ‘ste storie alla Saviano che mi sta sull’anima più di Fabio Volo. Avrei premiato la Bertè per il becco che ha ancora a presebtarsi in minigonna e rimanere sempre balenga uguale. A Sanremo ho sentito nel corso degli non più di tre o quattro belle canzoni. Tutto il resto è moda, business, politica, la musica fa ciao 🖐️

    Piace a 1 persona

  2. Si…quest anno mi è piaciuto molto il tuo blog…bella l idea del semaforo. Sono d’accordissimo sulle tue considerazioni. Continua ancora anche l anno prossimo…

    Piace a 1 persona

  3. Ottimo blog il tuo, in particolare per chi come me non segue Saremo e la musica italiana in generale ( il mio blog ne è l’esempio lampante, è un difetto? un vanto? boh semplicemente preferisco altra musica) . Vorrei comunque ricordare a quei “signori” che contestano il vincitore di quest’anno (chiaramente razzisti , come sottolinei pure tu) che lo scorso anno vinse Ermal Meta, mi pare …..albanese e figlio di genitori albanesi e nessuno mosse una critica, o mi sbaglio ? Tanti Saluti e continua così che mi fai sbellicare dalle risate!!

    Piace a 1 persona

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...