Carl Brave – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Immagine

Carl Brave su Spotify

Carlo Luigi Coraggio decide di farsi conoscere, con un’ironia lodevole, come Carl Brave (che è appunto “coraggio”, in inglese). Nato nel 1990, diventa il nome di punta del nuovo cantautorato “indie” nel 2017, quando pubblica insieme a Franco 126 il fulminante esordio Polaroid. Il frutto di una breve ma intensa gavetta, che lo vede dividersi durante adolescenza e post-adolescenza fra Rap e basket (persino in serie B). Con la Molto Peggio Crew pubblica Sempre Peggio Vol.1 (2012), un lavoro di retroguardia che poco aggiunte all’affollata scena italiana. Meglio, quindi, esordire da solista con Brave EP (2014) mentre con il progetto Wankers, dal 2011 con il rapper romano Enphashishi’, pubblica infine Where’s Joe Wanker?(2015). Il primo Ep contiene i suoi primi momenti personali, come Occhi Spillati, un grande momento di desolazione emotiva con versi di sicuro impatto:  “Solo alcolizzati / Riusciamo a svagarci / Cosa vuoi farci / Ora mentiamoci / Dietro occhi spillati / Insulti velati / Ti vedo sbiadita / Dov’è l’uscita?”  Non si era mai sentito Ghostpoet cantare in romano. Un brano si distingue per la crudezza del testo, propulso da un beat di Trap spaziale: Sono qua a scordare il fuoco acceso dei fornelli / A scegliere una troia dal colore dei capelli / In un sito che n’è manco uno tra i più belli / Fanno schifo, te lo dico, chiamo questa / C’ha dieci stelline / Una stellina che è un mirino per la sua stellina / Un milfone vestita da bambina / E c’ha scritto “Escort”, ma comunque è una sgualdrina / Schiaffeggiami, tirati fuori le zinne / Vai giù in apnea con le pinne / Ti porto sotto al contrario / Dimmi quant’è il tuo salario / Vivere un giorno mondano / Incollati al divano / Rendimi un uomo felice / Portati dietro le amiche / Metti il turbo / Ti masturbo, mi masturbi / Su ChatRoulette davanti ai turchi / Col cazzo in mano in primo piano /Gridano cose che non comprendiamo. Sono diapositive di una depressione esistenziale sconfinata, uno spleen da millennials che ha avuto pochi narratori. Where’s Joe Wanker? è invece un lavoro più elettronico, bombastico, che abbraccia l’eclettismo sonoro del primo Dargen D’Amico (Di Che Ti Fai?, Blog, Eau De Profumiere). Alcuni momenti sono inni scorretti, come Oh Mia Bella Tossichella, e tanti sono brani ad alto tasso erotico con lessico esplicito.

La vera entrata nel mondo dei big del nuovo cantautorato è con Polaroid (2017), in collaborazione con Franco126. È un album malinconico, che sta al confine fra un intimismo ordinario a una poetica urbana, Pop-Rap depresso e umorale che usa spunti della Trap (la voce filtrata e l’autotune; il solipsismo) ma anche le chitarre acustiche, le melodie minimali e tristi, la fragilità del cantautorato. 

Il progetto Polaroid non è un vero e proprio disco, sono dieci canzoni che rappresentano altrettanti rullini della Polaroid.

Franco126

In queste dieci diapositive si racconta Trastevere, fra storie d’amore impossibili e volatili, malumori post-adolescenziali, precarietà sociale ed emotiva. Sono brani che parlano una lingua nuova, un romano di tardi anni ’10 che ben si mischia con slang internazionale, cliché, giochi di parole, citazioni, collegamenti anche tortuosi alla cultura più pop.

Sempre In Due

Si entra lentamente in un mondo fatto di riferimenti specifici, per esempio i famosi sampietrini, una sorta di inanimati coprotagonisti.

I sampietrini tornano spesso nei nostri testi perché rappresentano la zona di Roma da cui veniamo. Sono quelli che rendono le strade tanto belle, ma anche scivolose”. Le strade di Roma, nelle loro canzoni, ci sono tutte, splendide e bastarde: c’è la vita in una grande città, c’è la realtà di tutti i giorni fra amore e noia in una metropoli avvolta da una coltre di malinconia. E senti subito che in fondo, nelle vite di Carl e Franco, non ci sono solo guai.

Carl Brave

Ci sono struggenti momenti di resa totale, per esempio in Solo Guai: 
Tu come stai? / È un po’ che non ci sentiamo / Io solo guai / Meglio se non ne parliamo / Ti direi dai, prendi un aereo e partiamo / Ma tanto ormai
Ma tanto ormai
“. O ancora Polaroid: “E tu sorridi sempre ma si vede che t’annoi / Noi che veniamo male su tutte le Polaroid / E t’ho portato pure a cena fuori con i tuoi / Ma tanto finisce tutto prima o poi / E tu sorridi sempre ma si vede che t’annoi / Noi che veniamo male su tutte le Polaroid / E t’ho portato pure a cena fuori con i tuoi / Ma tanto finisce tutto prima o poi”.

Polaroid

È anche un susseguirsi grottesco di piccoli e grandi drammi metropolitani, ben riassunti nel grottesco Pop-Rap di Lucky Strike: ci sono “due rom” che “fanno un falò con le buste Crai“, un “puttanone” che “c’ha di sicuro l’AIDS“, “in giro solo marocchini e metronotte” ma poi trovi “i pazzi di quartiere con in mano i cocktail“; “faccio due lavori e sono entrambi in nero” così poi “compro sottomarche di vodka dal minimarket“.

Noccioline

È un microcosmo che può declinarsi anche in un Blues-Rap da antologia come Tararì Tararà o nel ballabile romanaccio Noccioline. Disco cantautorale fra zeitgeist e poesia del quotidiano, è un album che rischia di essere poco considerato per la forma dimessa. Meglio premiarne la misura modesta, giusto rovinata dall’edizione estesa denominata 2.0.

Visto il successo discreto di pubblico e l’interesse della critica, in cerca anche di nuovi cantautori indie di cui parlare per sfamare i siti web e le pagine Facebook, Carl Brave arriva finalmente al suo esordio da solista vero e proprio, Notti Brave (2018). Dice l’autore in un comunicato stampa:

Notti Brave è un disco che raccoglie tutta l’esperienza di vita e musicale che ho acquisito finora. Il disco spazia tra mood diversi tra loro, sperimentando melodie varie, ma stilisticamente sempre omogenee. Dal punto di vista della produzione mi stimolava l’idea di far entrare nel mio mondo gli artisti che stimo e che da sempre ascolto, esplorando e confrontandomi assieme a loro. Io amo e vivo la notte, di notte il mondo cambia, le persone si lasciano andare, si trasformano, e anche i rapporti personali cambiano, sei più consapevole di te stesso. La notte è bipolare: galleggia tra caos e calma piatta, puoi perderti oppure ritrovarti.

Carl Brave

Per certi versi davvero poco è cambiato rispetto a Polaroid, ma quella formula particolare di cantautorato Pop-Rap è perfezionata in Fotografia (con la popstar Francesca Michielin ma anche il decano dell’Hip-Hop Fabri Fibra), Parco Gondar (con Coez), Malibù (con Gemitaiz) e Chapeau (Frah Quintale) e Pub Crawl. Ci sono altri versi memorabili, di una poetica che ormai è tutta personale di Carl Brave:  “Un cane chiuso in auto d’estate / Un’onda in mare che non sa nuotare / Un vino rosso che non si può bere / Ma nient’altro da stappare / E tu sei ghiaccio dentro a un bicchiere / Ci siamo senza rimanere / Chiedo il conto al cameriere / Ma tu sei già andata via“. Chiusura di un intimismo disarmante con Accuccia. Il successo è prevedibile ma comunque notevole: il video di Fotografia, in stile Simpson, sfonda quota 50 milioni di views. 

Fotografia

Notti Brave (After) (2018) aggiunge altri 7 brani in un Ep ancillare all’ultimo album. Con Posso interviene Max Gazzè, un altro che ha trovato un suo stile e ne ha fatto una carriera. Minori gli altri brani, nonostante la collaborazione del prezzemolino Guè Pequeno tranne Termini, una versione dimessamente rappata e romana di Le Luci Della Centrale Elettrica.

Discografia

Molto Peggio CrewSempre Peggio Vol. 120125
Carl BraveBrave Ep20147,5
WankersWhere’s Joe Wanker?20157
Carl Brave & Franco126Polaroid20178
Carl Brave & Franco126Polaroid 2.020187
Carl BraveNotti Brave20187
Carl BraveNotti Brave (After)20186,5
Immagine

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...