Ed Sheeran – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

ed-sheeran-t.jpg

Ed Sheeran su Spotify

Edward Christopher Sheeran è un cantautore e polistrumentista britannico, diventato fra i più famosi al mondo nel 2011. Il suo stile musicale è tanto semplice quanto efficace nell’attrarre un pubblico trasversale e internazionale: melodia Pop, così da rendere ogni brano orecchiabile e facile da ricordare, con elementi Folk, Soul e R&B, seguendo una tradizione che dagli anni ’90 vede un mix stilistico simile essere il passepartout per il successo. La particolarità del suo repertorio sono i riferimenti alla musica irlandese, sparsi qua e là nei brani. Forte di una lunga gavetta adolescenziale fatta di spettacoli in strada e pochi soldi, Ed Sheeran ha ottenuto sin da giovane tutte le abilità dei performer consumati.

Come ogni divo Pop di primaria importanza, la storia della sua carriera è principalmente la storia dei suoi successi commerciali. I primi EP The Orange Room (2005), Ed Sheeran (2006) e Want Some? (2007). Ha raggiunto il successo planetario con il suo terzo album + (2011), sette volte platino in UK e 6 volte platino in Australia e Irlanda. Con oltre 4 milioni di copie vendute, è uno dei blockbuster della sua epoca. Tripudio di consensi nelle classifiche nazionali: arriva primo in Australia, Irlanda, Nuova Zelanda, Scozia. L’unico rimpianto è che il talento sia messo al servizio di brani molto poco coraggiosi, peraltro già ben eseguiti dai vari James Blunt di turno.

Con il secondo X (2014) Ed Sheeran capitalizza il suo successo. Arriva primo in classifica in 15 nazioni, è l’album più ascoltato su Spotify nel 2014 (430 milioni di stream) e ottiene 10 platini in UK, 3 in Canada, 6 in Nuova Zelanda, 4 negli USA e persino il diamante in Australia (primo caso nella storia del paese). Fra richiami al compianto Michael Jackson via Justin Timberlake (in celeberrimo singolo Sing), R’n’B degni di una Adele un po’ più maschile (Don’t) e struggenti momenti intimisti un po’ banalotti (Photograph, Thinking Out Loud) Ed Sheeran si muove fra tradizione e suoni relativamente più moderni, sfoggiando un approccio ingenuo all’Hip-Hop (simile a quello delle boy e girl band di fine millennio) e l’evidente capacità di sapere cosa apprezzerà il pubblico più giovane. Un successo inarrestabile il suo, nonostante il prevedibile responso tiepido della critica.

÷ (2017), terzo album di studio, è un successo clamoroso e segna anche un timido ammodernamento del sound. Solite conferme clamorose dal mercato: primo in 14 nazioni, vende il primo milione di copie in UK dopo appena 16 giorni, registra quasi 135 milioni di stream nei soli Stati Uniti nella sola prima settimana (!), 57 milioni di stream su Spotify nel mondo solo nel primo giorno (!) e vende oltre 6 milioni di copie nel solo 2017, guadagnandosi il titolo di album più venduto dell’anno. Inoltre, non bastasse il consenso mondiale del pubblico, vince il Grammy come miglior album in generale e come miglior album Vocal Pop. Alle registrazioni sono accreditate 84 persone diverse, fra cui 7 produttori. Questa volta l’Hip-Hop è più di una spezia (Eraser), l’R’n’B rivitalizza alcune ballate svenevoli (Dive) che comunque non mancano nella loro incarnazione più zuccherosa (Perfect, Supermarket Flowers, Save Myself). La vera novità sono dei vivaci, divertenti, ballabili come Shape Of You, la sua risposta al Reggaeton imperante, e Galway Girl, il suo inno per San Patrizio, o l’alcolica Nancy Mulligan.

Progressivamente le reazioni tiepide della critica si raffreddano ancor di più. Risuona in particolare un 2.8 di Pitchfork, non sempre tenero con le superstar Pop ma anche il sito che ha votato 7.3 25 di Adele, 7.7 ANTI di Rihanna e che ha persino premiato Calvin Harris e il suo Funk Wav Bounces Vol. 1.

Spaventosi i numeri di views dei video di Ed Sheeran: 3.8 miliardi per Shape Of You, 2.5 miliardi per Thinking Out Loud, 1.5 miliardi per Perfect e tanti altri video da centinaia di milioni di views.


Discografia

+ 2011 5
X 2014 5
÷ 2017 5,5
Annunci

Un pensiero su “Ed Sheeran – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

  1. Io non comprendo il successo planetario di Ed, giuro! Bei brani ma niente di più. Ho trovato più interessanti i primi due lavori di James Blunt poi anche lui è sceso parecchio. Io credo che abbia un buon team di marketing che lavora per lui, a loro vanno i miei più sentiti complimenti

    Mi piace

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...