Sanremo 2018: Riassunto Della Quarta Serata (9 Febbraio) – Ospitate Indecenti, Goemon e Furbysticchi

La serata dei duetti, che delizia. Altro che la prima, la seconda, la terza serata. Sapete che potete seguirmi da questo link? Ma poi perché, visto che la fatica la faccio io per voi? Ma se proprio dovete, saltatevi tutta la puntata fino al minuto 45, vi evitate tutti i novellini che si esibiscono di nuovo: dovreste ascoltare solo quel concentrato di ritmo e priapismo di Mudimbi.

mudimbi2.jpg

Solo per anglofoni

Ma andiamo velocissimi sui duetti tanto aspettati: Renzo Rubino con Serena Rossi, quest’ultima l’unica cantante al mondo meno famosa di lui (51m). Fortuna che dopo arriva quella pelatona di Skin, una carica dinamitarda che fa sussultare il cadaverico Rock de Le Vibrazioni come un rettile già deceduto ma ancora in preda agli spasmi.

skin.gif

Il vero pensiero di Skin sul pezzo delle Vibrazioni.

Noemi cerca di far risaltare la propria femminilità con Paola Turci (1h3m), notoriamente un essere vivente femmineo appena un po’ di meno di Robocop. Noemi sembra sempre di più un panettone, ma al posto dei canditi delle mosche itteriche. Marione Biondi con Ana Carolina e Daniel Jobim sembra aver trovato il modo di ridurre il carisma della sua esibizione, e sembrava difficilissimo (1h10m). L’unica SILF (cantante-che-mi-farei) ovvero Annalisa canta con quel concentrato di vecchiaia precoce di Michele Bravi (1h15m), uno che ha il brio di una marcia funebre suonata a 1bpm e che quasi fa sembrare lei meno pigiabile del solito, ma per fortuna si parte da un livello molto alto di desiderabilità carnale.

Annalisa-gambe.jpg

“Novanta gradi è per le dilettanti”

Lo Stato Sociale ipoteca il secondo posto (il primo è preso dal primo giorno da Meta-Moro) invitando il Coro Dell’Antoniano e Paolo Rossi (1h21m). Questa fusione fra bambini innocenti dalle faccine pulite e quel concentrato di cirrosi e degrado igienico di Paolo Rossi è un contrasto a tinte vivide. È come vedere Pappa Francesco scoparsi Charles Manson. A seguire il ritorno di Gianna Nannini dopo la tragicomica esibizione di qualche anno fa: arriva e inciampa (1h27m), ma almeno questa volta non sbaglia ogni attacco. Gazzè (1h47m) lo voglio ostracizzare, perché è una tortura inguinale e dobbiamo unirci per evitare che si ripeta. Va bene tutto, va bene le crisi epilettiche che ha ingenerato nei logopedisti di tutta Italia, ma ‘sta lagna no. Quindi omissis.

Midge Ure degli Ultravox si presta a cantare con i Decibel: e pensare che una volta era un artista di livello mondiale (1h53m). Ma un gustoso illumina l’esibizione: la chitarra di Midge Ure non va e Ruggeri caustico dice “Li facciamo venire da Glasgow e poi non va la chitarra“. Questa versione è comunque molto superiore a quella originale, con il buon Midge che fa seriamente la differenza sia come chitarrista che come cantante. La polvere d’oro brilla anche in mezzo alla merda.

Alessandro Preziosi accompagna la Vanoni, Bungalow, Pacifico, Buffalmacco, Beppe Fiorello, Roberto D’Agostino, Roberto Da Crema, Tony Dallara, Patrizia De Blanck, Cristina Del Basso, DJ Ringo, Dodò, Angelo Duro, Fabio & Mingo, Federico l’Olandese Volante, Paolo Fox, Nino Frassica, Marco Frigatti Mara Maionchi e Cristiano Malgioglio (2h1m). Perché in tre erano pochini.

vanoni 2.gif

Doveva accadere, si è decomposta

Pierfrancesco Favona Minchiona TRENTACENTIMETRIDIMASCHIOITALICO Cazzone Sgabello Favino ha quattro enfiesimi polmonari durante la presentazione, porello. Ghemon cerca di salvare Diodato e Roy Paci (2h6m). Incredibile, a metà, il moto d’ira del primo dei tre, che iracondo trasforma l’Ariston in una macelleria messicana.

Ghemon.gif

(ispirato a fatti realmente accaduti)

Roby Fuckinetti e Riccardo Fogli (2h13m) arrivano con quell’indigestione di adenoidi detta Giusy Ferreri. Si è anche inquartata, che abbia mangiato Baby K? A 2h20m ci avvisano che Il Mago di Mudimbi non ha vinto, e io per protesta manco vi dico gli altri due del podio. Enzo anche stasera è Evitabile (2h16m), la sua esibizione arricchita da David Touré e gli Avion Travel, oltre al Servillo che non recita bene, è l’unico momento di ricerca musicale dell’intero Festivàl. Meta-Moro-Cristicchi (2h33m) sono una chimera del melodramma televisionabile, la versione addomesticata del dolore incanalato nelle parole adatte alla prima serata. Sono l’olocausto ne La Vita È Bella, sono la mafia raccontata da Pif, sono il terrorismo declinato in un pezzo radiofonico. Cristicchi è l’ultimo scatto verso un composto patetismo vitalistico, dalla poetica incanalabile anche in un talk-show di Giletti.

 furby

Fototessera di Simone Cristicchi

 Non puoi dire Caccamo senza dire Cacca (2h45m) ma puoi dire Arisa senza “SEIFALSASIMONACAZZO”, solo che è molto meno divertente. E quando si esibisce la quinta meno desiderata d’Italia sembra strafatta di GHB.

Ron si presenta con il feretro di Lucio Dalla (2h52m) o forse è Alice. Red Canzian arriva con quel concentrato di ottimismo che è Padre Pio Masini (2h58m). Sembra un parcheggiatore abusivo di Afragola.

pio padre.gif

“Bella stronza!”

Io lo dico: la canzone è figa, nel contesto sanremese. Che sia troppo energica per Sanremo? I Dear Jack giungono con Tullio De Piscopo ed Enrico Nigiotti. I due ospiri (3h4m) fanno poco e nulla sul palco, più comparse che musicisti e relegati soprattutto nel finale. Pierò Pelù (3h20) si ricorda per il pelo sul petto bianco, poi se uno l’ha visto negli ultimi 10 anni lo riconoscerebbe a occhi chiusi. Barbarossa (3h24m) tornatene sottoterra. Zilli sceglie Cammariere per trovare uno con un naso più brutto del suo (3h35m). Gli Elii (3h41m) arrivano con i Neri Per Caso ma il pezzo rimane ‘na lagna. E così finisce anche la tanto temuta quarta serata, notoriamente la più pallosa e inutile, quella che si potrebbe evitare e che smebra solo allungare il Festivàl di un giorno.

E voi che ne pensate di questa quarta serata? E lo avete messo il like alla pagina Facebook di questo blog?

 

 

Annunci

4 pensieri su “Sanremo 2018: Riassunto Della Quarta Serata (9 Febbraio) – Ospitate Indecenti, Goemon e Furbysticchi

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...