Spectral Voice – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

 

spectral voice

Spectral Voice su Spotify

Formati da tre quarti dei Blood Incantation, gli Spectral Voice aggiungono Eli Wendler (batteria e voce) a Paul Riedi (chitarre), Morris Kolontyrsky (chitarre) e Jeff Barrett (basso) per proporre l’abominevole pasta densa e tenebrosa di Eroded Corridors Of Unbeing (2017), un manifesto di dolore a base di Death Metal e Doom Metal, una lenta tortura resa ancora più lugubre da arrangiamenti riverberati in modo grottesco, come se il tutto fosse suonato in chissà quali profondità terrestri. Cinque composizioni, con la sola Lurking Gloom sotto i sette minuti. Accomuna il tutto una atmosfera tragica e sinistra, dove violenza e disperazione si bilanciano, sin dall’iniziale Tresholds Beyond (7 min.), affogando poi in un turbine infernale in Terminal Exhalation (8 min. e mezzo).

La componente Death Metal è utilizzata soprattutto in un’incarnazione tradizionale, come ben evidenzia Dissolution (quasi 10 min.). Svetta su tutto il resto Visions Of Psychic Dismemberment (14 min.), l’episodio più coraggioso perché capace di sfruttare il formato esteso per liquefare la violenza della prima parte in un supplizio al rallentatore e una coda di rumori astratti, costruendo una metafora della morte e della decadenza che tiene fede all’altisonante titolo.


Discografia

Eroded Corridors Of Unbeing 2017 7,5
Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...