Archspire – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Archspire-06-Alex_Morgan

Archspire su Spotify

Un basso fretless a 6 corde, una chitarra a 8 corde e una seconda chitarra, questa volta con 7 corde: un totale di 21 corde per tre strumenti, un numero che è l’ideale biglietto da visita degli Archspire, alfieri dell’ultratecnico in terra canadese. Votati a un Death Metal intriso di virtuosismi e acrobazie circensi, sono titolari del devastante All Shall Align (2011), un album in cui i singoli apporti strumentali, comprendendo anche voce e batteria, sono tutti uno sfoggio di padronanza assoluta. Un ideale lavoro di parossistica precisione basato sulla tradizione estrema e ultratecnica, che è idealmente proseguito in The Lucid Collective (2014), con l’opener Lucid Collective Somnambulation a fungere da ideale nuovo punto di arrivo. Ma continuano a latitare idee innovative, e così si gode semplicemente dell’effluvio di assoli, incastri, esplosioni. Rimane che i brani sono marchingegni mostruosi, capaci di integrare anche il Jazz come Fathom Infinite Depth e Kairos Chamber.

Cambia poco anche con Relentless Mutation (2017), che contiene altra Fusion devastante nella title-track, oltre a una serie di efferatezze tanto estreme quanto prevedibili. Sono sicuramente dei grandiosi strumentisti, ma compositivamente non sembrano avventurarsi in nuovi territori.


Discografia

All Shall Align 2011 5
The Lucid Collective 2014 5
Relentless Mutation 2017 5,5
Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...