Joey Bada$$ – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

joey badass.jpg

Joey Bada$$ su Spotify

Il newyorkese Jo-Vaughn Virginie Scott sul palco si fa chiamare Joey Bada$$ e produce due mixtape, 1999 (2012) e Summer Knights (2013). Il primo, che fa conoscere il suo nome nel circolo degli appassionati, è costruito intorno ai sample come si usava un tempo ed è un grande gesto d’amore per il passato. La spassosa produzione di MF DOOM con l’orchestrina retrò di World Domination, è il momento più creativo di un mixtape di presentazione. Summer Knights segue lo stesso modello. A questo punto l’attesa per un’opera più professionale nasce dalla necessità di misurare il talento di Jo-Vaughn in modo più accurato.

B4.DA.$$ (si legge Before Da Money; 2015), l’esordio ufficiale, è una raccolta di brani che costituisce un tributo ai classici dell’Hip Hop, da Notorious BIG a Nas. La sua rilettura della vecchia scuola ricorda la prima discografia di Jay-Z. Sorprende semmai lo stile allucinato di Belly Of The Beast, un trip claustrofobico che mischia Cypress Hill e Giamaica. Ed escono dal sentiero tradizionale anche il sensuale Rap fuso ad un breakbeat Drum’n’Bass in Escape, il momento più adrenalinico insieme a No. 99, un aggressivo assalto per theremin, beat frenetico e bassi corposi (più scratch e cori tradizionali). La chiusura con Teach Me mostra chiare potenzialità commerciali, ricordando Janelle Monae (ma a collaborare è in realtà Kiesza)e il più sfarzoso Kanye West. Joey Bada$$ si muove fluido, scopre sfumature erotiche e riesce ad azzannare quando servono più muscoli, ma due terzi dell’opera sembrano annegare soprattutto nella nostalgia dell’epoca d’oro dell’Hip-Hop. Il fatto che si contino 17 brani per oltre un’ora di musica non aiuta.

Il secondo album All-Amerikkkan Bada$$ (2017)  un lavoro molto più maturo, che esalta la propensione verso i temi sociali e politici dell’esordio, decisamente più orientato al calore della musica Soul e prodotto come un amalgama di R’n’B e Hip-Hop. Arrangiamenti stratificati e ricchi di dettagli, beat più carismatici rispetto a quelli tradizionali di B4.DA.$$ e la capacità di spostarsi dal Rap al cantato Soul con naturalezza rendono i 12 brani per 49 minuti un unica lunga narrazione, per quanto divisa virtualmente in due “sezioni” differenti.

La struggente FOR MY PEOPLE e la sensuale TEMPTATION portano al Funk futuristico di LAND OF THE FREE, con coda psichedelica: un’apertura che segna un allontanamento dallo stile old school verso un più contemporaneo, arioso modo di concepire l’Hip-Hop in modo più massimalista, in continuità con altri stili di musica “nera”. DEVASTATED aggiunge veloci epilessi ritmiche da Trap, oltre a un uso oculato della distorsione. La seconda parte della tracklist ritratta in parte questa modernizzazione, pur vantando possenti inni di rivolta come RING THE ALARM (con Kirk Knight, Nyck Caution e Meechy Darko) e coloriture Reggae in Babylon (con Chronixx).

A livello di contenuti, l’opera non riesce ad essere all’altezza delle sue ambizioni, con l’autore che disserta dei principali problemi sociopolitici scadendo spesso nei cliché, che siano le frasi anti-Trump o le soluzioni-semplici-a-problemi-complessi.


Discografia

1999 2012 5,5
Summer Knights 2013 5
B4.DA.$$ 2015 6
All-Amerikkkan Bada$$ 2017 7

 

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...