Josh Tillman – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

father

Joshua Michael “Josh” Tillman è un cantautore, chitarrista e batterista che ha militato in band quali Saxon Shore, Fleet Floxes, Jeffertitti’s Nile, Pearly Gate Music, Siberian, Har Mar Superstar, Poor Moon, Low Hums, Jonathan Wilson, Bill Patton, The Lashes e Stately English. Oltre a tutte queste presenze, ha messo lo zampino nelle opere di popstar come Beyoncé e Lady Gaga. Non bastasse, ha all’attivo una lunga carriera solista a nome J. Tillman e una seconda carriera solista come Father John Misty.

Nella sua prolifica carriera a nome J. Tillman si può ascoltare un musicista Folk incline alla malinconia, a suo agio nel desolante e nel mesto di arrangiamenti scheletrici, dominati dalla chitarra acustica. Dopo il raro Untitled No. 1 (2003) è con l’auto-prodotto I Will Return (2004) che il mondo conosce il sussurro afflitto di Tillman in brani struggenti come Your Mother’s Ghost o la lunga Trail Of Red Bride In White (8 min.). Il successivo Long May You Run (2006) è persino più flebile, una sequenza di preghiere esanimi. Più d’impatto Minor Works (2006), con arrangiamenti che includono adesso la batteria e uno spirito Rock, pur plumbeo. Cancer And Delirium (2007) ritorna a un Folk di derivazione Nick Drake di Pink Moon, con qualche eccezione appena più densa negli arrangiamenti.

In Vacilando Teritory Blues (2008) l’autore si lancia nel ferale Barter Blues (7 min. e mezzo), che usa la lentezza per portare alla solennità, con tanto di finale da Neil Young. Il resto dell’opera però si discosta poco dagli album precedenti. Year In The Kingdom (2009) segna una parziale apertura ad arrangiamenti più ricchi, un suono malinconico ma meno affranto. Il conclusivo Singing Ax (2010) si porta dietro la stanchezza di un artista che sa di aver concluso la propria carriera solista, almeno con il nome di J. Tillman: non promuove l’album, non lo suona dal vivo e sostanzialmente se ne distanzia immediatamente.

La seconda vita artistica come Father John Misty è invece molto più colorata. Nell’intelaiatura Folk/Rock traspare una nuova luce, che rende sognante brani come Nancy From Now On sull’esordio Fear Fun (2012). Semplici e vitali, a volte emotivamente intensi, questi brani dialogano con la tradizione statunitense e raramente ne scardinano gli elementi caratterizzanti.

La creatività sboccia più spesso sul secondo I Love You Honeybar (2015), con un arrangiamento pieno di fiati in Chateau Lobby #4 che richiama Beirut e una True Affection dalle tinte Electro che ricorda le sbilenche romanticherie di Jens Lekman. L’uno-due che pone il disco al di sopra dell’esordio è tuttavia quello di The Ideal Husband, graffiante Blues/Rock psichedelico e Velvet-iano, e Bored In The USA, desolante ballata con elementi ironici.

Il terzo album a nome Father John Misty, Pure Comedy (2017) sfora i 74 minuti, dove l’autore si pone riflessivo, a lato dell’umanità. La osserva con fare contrito, profondo e autoironico, tramite brani che troppo spesso hanno perso qualsiasi brio melodico, qualsiasi scatto creativo. La logorrea fiacca i testi, la lunghezza dei singoli episodi sfianca. Leaving LA sfora i 13 minuti per propinare un testo ciclopico che tuttavia non contiene nessuna entusiasmante verità, anche solo una riflessione particolarmente originale. Non va meglio con i 10 minuti di So I’m Growing Old On Magic Mountain. Per sorprendersi bisogna attendere un dettaglio Glitch in Two Wildly Different Perspectives: troppo poco.


Discografia

Josh Tillman

I Will Return 2004 5,5
Long My You Run 2006 5
Minor Works 2006 6
Cancer And Delirium 2007 5
Vacilando Teritory Blues 2008 5,5
Year In The Kingdom 2009 5
Singing Ax 2010 <5

Father John Misty

Fear Fun 2012 6
I Love You Honeybar 2015 7
Pure Comedy 2017 5
Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...