Power Trip – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

powertrip

Negli anni 10 il Thrash Metal è entrato nella classicità e come tale viene riproposto con timore reverenziale nei confronti dei padri fondatori, con poche notevoli eccezioni, soprattutto i Vektor. Per quanto riguarda i Power Trip, da Dallas, la proposta è un mix di Thrash Metal e Hardcore Punk, con forti richiami a Cro-Mags, Exodus e Slayer.

L’esordio Manifest Decimation (2013) trova un modello efferato da ripetere senza grandi variazioni nei suoi 34 minuti per 8 brani, come si usava agli albori del Thrash Metal. Si arriva ai limiti del tributo agli Slayer (per esempio il riff prima del finale di Heretic’s Fork) e la produzione approssimativa riporta direttamente a fine anni 80. Nonostante il brano che porta il nome della band dovrebbe essere il naturale manifesto stilistico, spicca soprattutto The Hammer Of Doubt, il brano largamente più elaborato dell’album.

La formula non cambia granché su Nightmare Logic (2017), con una produzione migliore e chitarre più affilate, nel solco di un Thrash Metal meno contaminato dall’Hardcore Punk. L’uso più calibrato dello spazio, con riverberi ed echi, dona maggiore profondità al suono, come dimostra la title-track. I torbidi rallentamenti di If Not Us The Who stemperano un senso di monotonia che sarà particolarmente evidenti per i cultori del genere.


Discografia

Manifest Decimation 2013 5,5
Nightmare Logic 2017 6
Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...