5 Grafici Sui Sottogeneri Del Rock (Compreso Il Rock Dei Genitali)

Dopo aver parlato di Tutti I Sottogeneri Del Rock, mi sono messo a lavoro sulla composizione di Alternative Rock, Metal, Punk, Pop Rock e Progressive Rock. La fonte rimane sempre Rate Your Music, un database online dove sono gli utenti a selezionare le etichette da associare agli album, gli Ep, le raccolte e i live. Ne viene fuori un quadro abbastanza curioso, vediamo perché.

Alt Rock

L’Alt-Rock è molto spesso un sinonimo di Indie-Rock, anche se alcune delle etichette stilistiche che trovate nel grafico sono decisamente più chiacchierate di altre. Questo permette di introdurre un concetto che vale per tutti i cinque grafici che ho raccolto in questo articolo: la stampa, i siti web, le radio e tutta quella che è l’informazione musicale non parla in modo omogeneo di tutti gli stili. Alcuni sono sovrarappresentati, spesso per motivi di affinità culturale, gossip e tipo di pubblico di ascoltatori. Un altro elemento centrale è quanto quel determinato stile è apprezzato dalla critica musicale. Nello scrivere perché a La Critica Rock Non È Roba Per Donne ho già chiacchierato di come quello che leggiamo di musica sia scritto da una maggioranza di maschi, bianchi, angloamericani e spesso cristiani. Si potrebbe aggiungere, senza temere di sbagliare troppo a generalizzare, che ci sono anche ulteriori limitazioni: le penne (o tastiere) più influenti appartengono a determinate zone metropolitane e sentono come particolarmente importanti le manifestazioni a loro geograficamente o urbanisticamente più vicine. Insomma, si sente parlare molto più del Grunge che del Math Rock, nonostante il numero di album non sia molto diverso. Ho sentito parlare alla nausea di tutte le principali band Britpop, mentre quasi nessuno cita formazioni Noise Pop. La composizione stilistica non corrisponde alla celebrità, né all’utilizzo effettivo di quell’etichetta nelle chiacchierate con amici. Tantomeno corrisponde ai libri che trovate in un negozio tradizionale o online, visto che con il Britpop si può riempire una biblioteca e con il Jangle Pop forse si arriva a uno scaffalino del Billy dell’Ikea. Ma passiamo al Metal.

Metal

Una delle più comuni barriere all’ascolto e alla comprensione del Metal è la frammentazione stilistica, anche conosciuta come “a me sembra che urlino tutti ma tu continui a dire che sono cose diverse“.  Mentre tutti gli altri principali sottogeneri del Rock contano una manciata di stili principali, il Metal è un’orgia di etichette sempre più specifiche e spesso indistinguibili, non solo per i neofiti. La torta più a destra è per i veri metallari incalliti, ma un musicofilo che si rispetti dovrebbe imparare a distinguere almeno gli stili sulla sinistra. A onor del vero, c’è da dire che su Rate Your Music il tasso di metallari sembra particolarmente alto e che, si sa, l’appassionato tende sempre a essere più analitico, tassonomico, meticoloso nel catalogare e distinguere. Nonostante questo, non saper ancora la differenza fra Black, Thrash e Death Metal nel 2017 vi mette fra quelli che non riescono a catalogare neanche sommariamente quello che, stando a Rate Your Music, è il più profilico sottogenere Rock di sempre (“Esticazzi” può sempre essere una risposta valida). A proposito di ascoltatori cervellotici, il Progressive Rock.

Prog-Rock

Qua per fortuna le cose sono decisamente più semplici e gli stili sulla sinistra sono alla portata di ogni ascoltatore smaliziato. Inserirei anche Canterbury, mentre l’esoterico Andalusian Rock e la nicchia di Brutal-Prog rimangono appannaggio dei più appassionati. Si contano pochi libri su Canterbury, a memoria non ricordo nessun libro su gli altri due stili della torta di destra. Ma andiamo a quello che ascoltano le ragazzine

Pop Rock

Questo del Pop Rock è un grafico stravagante. Domina un’etichetta che non è tanto utilizzata nel mondo in cui vivo io. Nessuno è mai venuto da me dicendomi “sai, mi piace ascoltare soprattutto il Power Pop“. Un’etichetta che ho conosciuto sui libri e non ha mai intrecciato la mia vita nel mondo old-school fatto di carne, cemento e persone che parlano invece di mettere foto in posa su Facebook per attirare l’attenzione. Riecco il Jangle Pop e riecco pure il Britpop, catalogati quindi sia nell’Alt-ock che da queste parti, giusto per ribadire quanto siamo lontani da una chiara tassonomia del Rock. Ovviamente la mia attenzione in un genere così avaro di esplosioni creative l’attira tutta la torta di destra, soprattutto il Manila Sound e lo Stereo. Alla decima foto sexy dei vostri vinili inviata sulla Pagina Facebook Del Blog farò uno speciale su entrambe le scene. Se la foto è di un vinile dei Black Flag allora…

Punk

…è anche decisamente Punk, più precisamente rientra nel 61% di Hardcore Punk che trovate nel grafico qua sopra. Si tratta dello stile più dominante nei grafici che vi ho mostrato. A destra è un’esplosione di etichette inventate dalla stampa o esoteriche a dir poco. Passione immediata per il Konsrock, cioè il rock dei genitali: anche in questo caso basteranno poche foto sexy dei vostri vinili per assicurare uno speciale tutto dedicato a questa cosa strana che ho un po’ paura di ascoltare.

Annunci

6 pensieri su “5 Grafici Sui Sottogeneri Del Rock (Compreso Il Rock Dei Genitali)

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...