Sanremo 2017: Riassunto Tragicomico Della Seconda Serata (8 Febbraio)

Continuiamo questa ottava edizione dello Speciale Sanremo con il riassuntone della seconda puntata (quello della prima puntata lo potete recuperare qua). Vi ricordo che siete sempre in tempo a scoprire i Campioni in gara con la Guida Per Arrivare Preparati. Non lasciatemi solo in questo viaggio e seguite minuto per minuto da questa pagina del sito Rai tutta la Seconda Serata.

Questa volta si parte con l’elemento meno interessante dei Sanremo di Conti: le Nuove Proposte. La questione è che fra i Campioni ci sono imberbi ragazzini di scarso successo, quindi finiscono in questa categoria residuale dei dilettanti allo sbaraglio. Parte Marianna Mirage (minuto 3) con “Le Canzoni Fanno Male“, un pezzo ruffiano che si gioca la carta del Rock con tanto di chitarrona rossa che lei fa finta di suonare.

Mirage.png

Al minuto nono arriva Francesco Guasti con una trimona “Universo” che è resa ancora più tracurabile dal suo look da turbohipster. Ma teniamoci piuttosto Braschi e la sua “Nel Mare Vi Sono I Coccodrilli” (min. 12), una erre moscia ingombrante ma anche un testo free-form che potrebbe fare il botto in radio. Un inaspettatamente conciso Festivàl ci porta subito (min. 17) a Leonardo Lamacchia con la sua “Ciò Che Resta“: inizia affranto come me quando è arrivata la multa della corsia preferenziale di Bologna, quindi canta “Sì, hai capito bene, ho detto scuse” usando quell’artificio retorico che dopo “No, non ho detto gioia” der Califfo nessuno può più utilizzare. Consoliamoci con le sue foto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo 21 minuti scopriamo che due dei quattro verranno cacciati: un bignami della disoccupazione giovanile. Per farvi capire l’interesse inesistente di Carlo Conti per le Nuove Proposte, al minuto 22 dice testualmente “subito dopo questo verdetto noi inizieremo il Festival“. La De Filippi, neanche presente, ha impiegato questa mezz’ora per lavorare al ritrovamento del collo di Costanzo. Alla fine (min. 22), via Braschi e quella gnoccolona della Mirage. Lamacchia si conferma ostinata.

Non fai in tempo a distrarti che un giapponese prende possesso del palco esibendosi con un il suo uccello in mano. Si tratta del mago Hiroki Hara (min. 25) con le sue colombe, a cui si aggiungono effetti speciali e le sue urla purtroppo inudibili, dove dimostra la conoscenza del livornese: imperdibile sul suo labiale un toccante “ir budello di tu ma’”.

mishima meme.jpg

Dopo 28 minuti arriva la De Filippi, con al collo un pene di smeraldo, che regala portachiavi a forma di Carlo Conti. A volte non devi neanche inventare cose assurde per i lettori. Al minuto 32 arriva Bianca Atzei con una canzone di Kekkodeimodà® intitolata “Ora Esisti Solo Tu“: parla dell’ultimo bambino sopravvissuto dopo un’apocalisse nucleare che cerca di comprendere come riprodursi con un macaco. Maschio. Il macaco femmina non si chiama macaca perché una volta: John “Fai una foto a quel macaco femmina!” e Vladimir “Macaca!” e John “Aspetta che abbia finito, allora”” e in due ore fu subito Guerra Fredda.

Dopo 38 minuti non ti arriva Marco Tourette? Il Masini ha un grave problema di sync audio-video, poi scopro che la canzone si chiama “Spostato Di Un Secondo“.

deal-with-it-gif26.gif

Il testo ha i suoi momenti di checcazz come “ho scoperto che cadere fa male“, “un’altra volta indietro e ritrovarmi nudo” e persino “mi stupisce ancora che cadere fa male“. La sua prova vocale sembra quella mia la domenica mattina, quando mi telefonano e sono ancora a letto. Fortuna che dopo arriva Er Pupone.

daje.gif

Carismatico come un macaco femmina, Francesco Totti lancia Nesli e Alice Paba con la loro “Do Retta A Te” (min. 47): mai visto coppia peggio assortita, spero almeno bombino in camerino. Più per lui che per lei, visto che lui è così:

nesli.gif

La De Filippi sbaglia il cognome dei Sergione Sylvestre (min. 52), convinta sia il cugino a-ah-abbronzati-ssi-mo di Daniele. Cosa che succedono quando sei distratta da questa montagna vivente di testosterone e negritudine. Dopo un’oretta arriva Salvatore Nicotra, un uomo strappato alla bocciofila che viene presentato come impiegato pubblico modello: quale miglior momento per tagliarsi le unghie?

Quando arriva Giggi Bbello con “La Prima Stella” (1h5m), ha la barba di 8 giorni che urla “Anna smetti il tuo sciopero dell’orale, ti prego!“. Crozza (1h9m) imita anche Mattarella questa volta, ma nonostante tutto è incisivo come un canino. Totti, poi , presenta Michele Bravi (1h19m) ma invece di leggere il cognome dell’autore, Cheope, opta per un esotico sciopè: la prova definitiva che è un’ingiuria dire che le fighe sono stupide, anche i manzi lo sono! La canzone si chiama “Il Diario Degli Errori” ed è così brutta da farmi rivalutare le tasse.

Parte l’intervistona ar Pupone (1h24m), ma visto che non succede nulla di interessante skippiamo al look da Patti Smith di Paola Turci con la canzone sul self-empowerment femminile di “Fatti Bella Per Te”. Poi, miracolo, arriva Robbie Williams (1h43m) e sembra di stare nel presente per qualche minuto. Peccato che lo spettacolo non sia esuberante come una volta.

Rock_dj.gif

Ma neanche il tempo di evitare le battute sull’Attimo Fuggente o di dire qualcosa sul bacio alla De Filippi che dovete tenervi stretta la vostra ragazza: c’è Gabbani (1h49m). “Occidentali’s Karma” sarà un successone, un raro esempio di ironia a Sanremo e un ottimo caso di testo creativo e UN CAZZO DI GORILLA SUL PALCO A BALLARE.

gabbani scimmia.gif

Canta meglio di Al Bano e la Mannoia messi insieme, balla e si muove più di Ricky Martin e ora capisco perché ha visto più mutandine di una commessa di Intimissimi.

L’ospitona italiana della serata è Giorgia (1h55m) che come al solito si arrampica sul pentagramma come una Mariah Carey qualsiasi. Il suo vestitino aderente mi fa chiedere quante vodka lemon la renderebbero come Diletta Leotta. Ottantuno, credo. Mentre faccio i calcoli arriva Zarrillo (2h13m) con “Mani Nelle Mani“, una canzone sulla fila alle poste. Le single, che Gabbani evita come un obeso la palestra, possono gioire dell’arrivo di Keanu Reeves (2h17m), che tutti sappiamo invecchiare solo negli anni bisestili.

girls reeve.gif

Le domande dell’intervista sono così poco interessanti che care ragazze, potete levare l’audio e fantasticare su quali zozzerie stia dicendo sul vostro seno. Quando inizia a suonare il basso (2h25m) potete immaginare che vi stia dedicando una canzone per convincervi a chiamare anche la vostra amica bionda e un po’ zoccola.

slut.gif

Neanche il tempo di parlare di ragazze disinibite che arriva Chiara Galiazzo (2h30m) con “Nessun Posto È Casa Mia“, questa volta non vestita di giallo ma comunque colossale. Poi l’illuminazione: Galiazzo + Sylvestre, questo piccolo grande amore col proprio campo gravitazionale. Lei fa la sua prova senza entusiasmi, ma se la paragoni a Raige e Giulia Luzzi (2h36m) con “Togliamoci La Voglia” diventa facile per tutti brillare. E nulla, non hanno iniziato a darci dentro di brutto sul palco come speravo, nonostante lei sembrasse più infoiata della Britney di Toxic.

Momento simpatia (2h41m) con Brignano, Insinna e Cirilli che comunque potrebbero anche pensare a un piano pensionistico. Sorvoliamo sul riassuntone (2h55m) e arriviamo a Biff Clyro con “Re-arrange” che fa una prova vocale a dir poco imbarazzante, degna dello storico Shaggy ragliante.

Neanche il momento gnugna con Sveva Alviti (3h3m) sembra granché interessante: ridatece la Leotta! Per fortuna c’è Rocco Tanica (3h7m) che presenta la mascotte del Festivàl, colon. Lo adoro.

Colon dab dance.gif

Puntata più movimentata e leggera, senza morti da piangere e bulli da offendere, arriva a conclusione (3h14m) con l’annuncio di quelli che rischiamo di riportare tutto a casa come dei Modena City Ramblers qualsiasi: Nesli & Alice Paba, Bianca Atzei e Raige & Giulia Luzzi. Questi tre entrano nel girone infernale di quelli a rischio e ce li sciroppiamo nella terza serata, quelli delle cover. Io tifo Giusy Sextape. Visto che la Terza Serata è notoriamente la più brutta, vi ho riassunto anche quella usando droghe varie.

 

Annunci

3 pensieri su “Sanremo 2017: Riassunto Tragicomico Della Seconda Serata (8 Febbraio)

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...