Sanremo 2017: Riassunto Tragicomico Della Prima Serata (7 Febbraio)

Ormai è una tradizione, lo Speciale Sanremo: siamo alla ottava edizione. Se non sapete chi sono i Campioni in gara, ho già scritto per voi una comoda Guida Per Arrivare Preparati e tirare fuori un aneddoto per ogni nome, così da rendere meno imbarazzanti i viaggi in ascensore con i colleghi drogati di televisione. Visto che vi voglio particolarmente bene e spero che spammiate questi articoli anche nella pagina dei necrologi del quotidiano locale, vi dico che potete seguire questa ricostruzione da questa pagina del sito Rai, dove trovate tutta la Prima Serata.

happy sanremo.gif

Si apre con il vocione di Carlo Conti che lancia una compilation di successoni di Sanremo: neanche il tempo di dare una possibilità a questo carrozzone di esistere nel presente che parte un autocelebrativa carrellata sul passato. Come direbbe Oscar Pistorius, questo sì che significa partire col piede giusto! Quando finisce questa poveracciata mi rendo conto che mi manca Nek e che quindi dovrei migliorare la qualità della mia vita. Tipo iniziare a drogarmi.

Segue una carrellatona di tutti i Campioni, una cosa da due soldi rispetto alla Guida Per Arrivare Preparati che ho scritto io. Questo inizio preconfezionato tira avanti fino al minuto 20, quando dal centro del parco emerge la figura minacciosa di Mario Monti Tiziano Ferro. In bianco e nero, canta Luigi Techno Tenco. Per strafare Carlo Conti ha pure ucciso il suo criceto pochi minuti prima. A confronto Paul Simon che canta The Sound Of Silence a Ground Zero è Scatman.

Ci vogliono 26 minuti (il tempo bastevole a 3,5 amplessi) perché arrivino Carlo Conti e Maria De Filippi, lui simpatico come quell’amico delle scuole superiori che cerca di farti ridere anche durante una colonscopia mentre lei ha il ritmo di una salma e l’allegria di un orfanotrofio. Fortuna che al minuto 29 arriva Giusy Sextape Ferreri con la sua canzone sul surprise buttsex “Fa Talmente Male“. Curiosamente sembra che la voce sia bassa nel mix, ma comunque rimango rapito dal suo faccettismo. Gli stolti che credono sia una canzone sull’amore e non sulla sodomia osservino attentamente la sua faccia.

giusy anale.png

Al minuto 34 arriva Fabrizio Moro, sul palco contro la sua volontà: canta “Portami Via“. Diciamocelo, non è manzo come qualche anno fa. Pensa. La De Filippi, notoriamente esilarante come l’INPS, regala i primi momenti di imbarazzo empatico per introdurre Raoul Bova, sex symbol sulla cresta dell’onda quando io guardavo il cartone dei Pokemon. Il bovino presenta al minuto 44 la fortunatissima Elodie, con “Tutta Colpa Mia“. Lei ha un grave dolore allo sterno, per questo si tocca il petto in continuazione . Perché, io, davvero, non voglio arrendermi al fatto che sia un espediente per aumentare l’intensità della sua interpretazione. O forse è successo questo nel camerino.

Wrestling Sanremo meme.gif

Segue un momentone strappalacrimone (min. 49) dove arrivano sul palco i veri eroi: quelli che metto i sottotitoli ai telefilm!  le Forze Dell’Ordine.

yawn meme.gif

J-Ax a casa si strappa i peli pubici per non poter fumare una canna dinanzi alla Guardia Di Finanza. Segue drammatica ricostruzione degli avvenimenti di Rigopiano, avvenimento drammatico che ha trovato ben migliore copertura mediatica nei giorni e nelle settimane precedenti, persino rimanendo in Rai. Qua è invece ridotto a tv del dolore e poco più. NOI VOGLIAMO I CANTANTI IMBARAZZANTI!!!

cry.gif

Parlano anche di un cane, di nome “Corto“. La De Filippi chiede a un soccorritore: “mi dice qualcosa di Corto?” e lui risponde “il mio pene” in modo commovente. Dopo un breve momento di pubblicità in cui ho potuto constatare che avevo sbagliato fino a oggi a non leggere Infinite Jest di David Foster Wallace. Guerra E Pace invece lo devo finire, aspetto il prossimo blocco promozionale.

Arriva, proprio quando pensavo di dover assistere all’inevitabile morte termica dell’Universo (1h3m), Lodovica Comello Cammello con “Il Cielo Non Mi Basta“, una canzone che dimostra le sue esagerate pretese nella contrattazione per la vendita della sua Punto 75 Stile del 1999, appena 398mila chilometri. È vestita con delle manone sulle tette.

comello tette.png

Poi arriva Crozza (1h7m), che era una volta il mio preferito, ma solo un po’ meno di Pikachu. Quando arriva Fiorella Cheppalle (1h18m) ci canta una canzone dedicata alla Parodi, “Che Sia Benedetta“. Lei parlotta come un vecchietto che legge il quotidiano al baretto la mattina, poi per fortuna inizia davvero a cantare. Si foga tantissimo, inizia a gesticolare come un partenopeo qualsiasi e secondo me sente che potrebbe vincere!

Subito, a ruota (1h23m), arriva Alessio “Bottoncini” Bernabei. Durante la sua esibizione non posso che rimane colpito, commosso, da come il generale Kutuzov combatte la battaglia della Beresina: se solo Bernabei fosse interessante un decimo del finale di “Guerra e Pace“! La sua “Nel Mezzo Di Un Applauso” è cantata con una voce rauca e nonostante la cassa dritta sia sparpagliata ovunque come un Gigi Dag qualsiasi, lui ha il carisma di una lampadina. Il testo è tutto da studiare:

“Stanotte ho aperto
uno spiraglio nel tuo intimo
non ho bussato
però sono entrato piano”

meme anal sex.jpgSegue un nuovo blocco pubblicitario brevissimo, dove cambio la mia idea: Anna Karenina è il vero capolavoro di Tolstoj! Magari non sembra, alla prima lettura, ma conclusa la seconda mi sento completamente convinto. Per fortuna ritorna Tiziano Ferro (1h29m) a ricordare ai cantanti di Sanremo cosa significa cantare una canzone sentendola davvero: ci regala “Potremmo Ritornare“, scoppia in lacrime durante l’ultimo ritornello, senza che la sua esibizione diventi meno che commovente. Poi se non siete d’accordo passate il mio gennaio 2017 e ne riparliamo.

meme heartbroken.gif

Poi ci riprova con “Il Conforto” (1h35m), in coppia con Carmen “Parole Di Burro” Consoli e nulla, chi l’avrebbe mai detto che neanche lei avrebbe rovinato tutto? Tranquilli che la tregua finisce perché arriva il King Del Trash, Al Bano (1h36m). La canzone si chiama “Di Rose E Di AEEEEE Spine“. Potrebbe essere il suo ultimo Sanremo, ma a giudicare da come attacca anche la sua ultima notte nel mondo dei vivi. Per un attimo sembra più Corvo che uomo.

crow.gif

La canzone si conclude con il più mediocre dei suoi acuti, un latrato che è indegno del suo passato da urlatore incallito. Ho perso una delle mie certezze nella vita. Deludente come scoprire che lei…

Emily.gif

…ha un inaspettato scroto. A proposito di scroto, incredibile quanto può sorprenderti l’orchite fulminante: grazie intervista a Raul Cremona Bova (1h48m). Per fortuna arriva Samuel Alopecia (1h51m), “una delle anime del pop elettrico italiano“: chissà poi cosa sarebbe questo genere musicale. Vestito come un tirocinante dell’alberghiero, con la sua “Vedrai” mi fa sentire vecchio: quando lo vidi live una decina d’anni fa sembrava ancora capace di farmi muovere il culo. Ora invece al massimo può farmi da sottofondo mentre cerco di tramutare un apericena in una Negroni night. (no, non mi riferisco a Sergio Sylvestre e suo fratello).

Per fortuna arrivano Nicola e Valeria (1h56m) a tirarmi su il morale, cioè Albanese e la Cortellesi. Peccato che dopo parta il markettone e il giochetto con Conti dei fraintendimenti dura 6 minuti, di cui 7 di troppo. Trovo il tempo per bermi un succhino alla pera, corretto col rum del Lidl. Dopo aver portato il tasso alcolemico a livello “se ti soffio in faccia non puoi guidare per due giorni” vedo arrivare Ron (2h5m), ma ottenebrato dall’etanolo mi perdo nelle fantasticherie per capire secondo lui quale sia “L’Ottava Meraviglia“: pensavo fosse “Nuovo messaggio: sono sola in casa e completamente nuda“, invece l’ottava meraviglia “siamo io e te“. Imprevedibile come la morte di Crilin.

Neanche il tempo di distrarti un attimo che parte un pippone sul bullismo a 2h9m così tediante che Maria De Filippi quasi si sfascia un’anca mentre lo introduce. Riordino gli estratti conto dal 2010 al presente: quando si dice trovare i giusti stimoli.

A seguire Clementino (2h16), un momento buono per riflettere che essere un rapper bianco è come fare il twerking se hai i fianchi stretti. Abbiamo un inaspettato candidato per l’ultimo posto! Il signor agrume ci racconta, inaspettatamente, quanto è difficile essere guaglione a Napule, nonostante domani pomeriggio debba andare a decidere se la bara la vuole in abete o pino. Dai che hai l’età di mio zio e ti atteggi a ragazzetto. Sorpreso dall’inattesa narrazione partenopea e giovanilistica, Moro sussurra solo uno stupito “Pensa!”.

Superato lo spottone sulla Liguria, daje di pubblicità: incredibile cosa non si riesce a fare durante i consigli per gli acquisti. Per esempio al ritorno a Sanremo posso finalmente dire mówię po polsku. Non fai in tempo a imparare il polacco che hanno trovato il modo di sconfiggere la morte e ti resuscitano Ricky Martin (2h19m), l’unico zombie che trasforma la necrofilia in una parafilia accettabile per le donne. Nonostante sudi come un asfaltatore della Salerno-Reggio Calabria. Ad agosto. Col Woolrich. Dopo una carrellata dei suoi successi, durata così tanto che credo fosse un loop latino-americano di frasi stereotipate, parte un siparietto (2h31m) durante il quale c’è un mestolo, Ricky Martin, la De Filippi e un goffo Carlo Conti. Ti prego internet non unire come temo questi elementi, sarebbe una spallata definitiva alla mia libido.

Mai desiderato così tanto vedere Ermal Meta (2h36m), che ci tiene ad assicurarsi che, nonostante il pubblico dell’Ariston sia notoriamente fuggito da un ospizio, nessuno rubi l’attenzione passando a miglior vita: il brano si chiama infatti “Vietato Morire“. Il testo sulle violenze domestiche potrebbe avere quel traino formidabile chiamato #FEMMINICIDIO: vuoi vedere che il ragazzo con la “l” messa al posto sbagliato potrebbe piazzarsi benone?

La serata dura così tanto che c’è un riassuntone a 2h40m, che io non vi sintetizzo per non entrare in pericolosi frattali multidimensionali del riassunto. Anche perché dopo Tizianone, Ricky Martin e Raoul Bova arriva finalmente la gnugna: Diletta Leotta (2h44m).

leotta.jpg

A proposito di #FEMMINICIDIO, si parla di quando le foto della Leotta nuda sono comparse in rete. Un fatto disdicevole che tuttavia porterà tante persone su questo blog cercando “Diletta Leotta nudaoppure “Diletta Leotta si diletta nella doccia”. Dopo, nonostante il testosterone in me sia il doppio quello di una mandria di tori in astinenza, riesco ad annoiarmi a morte con una pessima imitazione di Bob Dylan (2h49m). Fortuna che segue una nuova erezione emozione: Rocío Muñoz Morales. Lei se ne esce con “non so che mano dare, a chi” mentre si avvicinano Conti e Bova con più bava della famiglia di Mario. Ah, credevo che Bova l’avesse conquistata in 45 secondi, invece scopro che stanno insieme. Sorpreso anche Moro, che commenta con un laconico “Pensa!”.

A MEZZANOTTE E 23 MINUTI di un normale martedì sera arrivano i Clean Bandit (3h1m), presentati con i soliti numeretti gonfiati dell’industria che non ce ne fotte nulla. Una comparsatina da du’ lire, fortuna che a 3h5m arriva Marco Cusin. Qua Conti dà il suo meglio come umorista senza speranza. Dopo aver scoperto che Cusin, gigantesco cestista, porta 48 e mezzo di piede se ne esce con “io ho avuto una volta la febbre a 48 e mezzo!“. Bella battuta, se avesse un senso. Overdose di #imbarazzoempatico. Dopo arriva Valentina Diouf, 2 metri e zerodue che merita un altro grande momento di Conti, con tanto di “come va lassù?“. Sparatemi. No, aspetta, dopo 3h10m arriva Rocco Tanica e come sempre è too little too late. Quasi all’una di notte (3h16min) scopriamo chi è a rischio eliminazione: Clementino, Ron e Giusy Sextape. Questi tre invece della cover faranno un torneo di eliminazione con i tre sfigati della seconda serata.

rocco huny.jpg

(Scusate, sbagliato Rocco)

Io mi rendo conto che è finita solo la Prima Serata e mi viene da rivalutare l’utilizzo di droghe sintetiche, anche di scarsa qualità. Se volete aiutarmi ad affrontare la seconda serata, o anche a procurarmi droghe sintetiche, lasciate un commento qua sotto o sulla Pagina Facebook Del Blog. Se poi siete masochisti, ecco il riassuntone della Seconda Serata!

Annunci

20 pensieri su “Sanremo 2017: Riassunto Tragicomico Della Prima Serata (7 Febbraio)

  1. Sono contento di aver passato la scorsa serata ascoltando PornGrind imbarazzante. E ti ringrazio per il divertente riassunto. Tu comunque rischi grosso… Rum del Lidl + Sanremo, è come dividere per zero. Potresti creare un buco nero. Sempre carina la DIletta, ma me la ricordavo più spigliata. 🙂 Purtroppo la mia donna ha deciso che la finale di questa insulsa cosa la guarderemo insieme. Io, lei e 3 gatti (penso manchi Calà) sul divano. Con la copertina. Prima mi farò portare all’Esselunga a recuperare una boccia di Russian Standard, che sprecare una Grey Goose per Sanremo non mi pare il caso. Ma la Smirnoff, proprio nun ce la fò.

    Liked by 1 persona

  2. Roberto Testa ha detto:

    Sei fantastico e ti adoro già da un po’ ahaha l’ho passato ad un po’ di amici. Mi hai fatto vivere Sanremo pur non avendo acceso la tv ieri sera ahahaha! Grande, grande, grande!

    Liked by 1 persona

  3. Tutto “o quasi” quello che ho pensato io ma, non essendo capace di scrivere ho preferito leggere il tuo post! Esilarante! Poi Johnny Depp in Cry Baby e Sam che piange proprio nella scena che mai dimenticherò di Supernatural, ti hanno messo sul piedistallo!👏🏼

    Liked by 1 persona

  4. Come Valeria Rossi ti do tre parole: Sei Un Genio! ^_^
    Nei miei 40 anni di vita sono riuscito a non vedere una sola puntata di Sanremo, ma ho riso così tanto e così forte leggendoti che passerò il resto della vita a leggere i tuoi riassunti 😀
    “Dimmi qualcosa di Corto”… oddio, mi stavo sentendo male!!!
    Ora devo assolutamente recuperare qualsiasi cosa riassunta da te: dove lo compro “Guerra e Pace riassunto da Ornitorinco Nano” 😀 (Se non l’hai scrito… dovresti!)

    Liked by 1 persona

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...