Chthe’ilist – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Chtel.jpg

I canadesi Chthe’ilist fanno parte dell’esercito del Metal di ispirazione Lovecraft-iana. Nello specifico, sull’esordio Le Dernier Crépuscule (2016) propongono un Death Metal tecnico, che rievoca maestri del passato come i Morbid Angel ma sfocia in atmosfere psichedeliche da horror cosmico, con tanto di voci filtrate à la Cynic e abissi impenetrabili cari a certo Black Metal più metafisico, altezza Deathspell Omega. Pur prediligendo brani estesi e tempi dispari, con quel gusto disorientante che riporta alla mente i Voivod, la formazione non dimentica l’importanza di un suono marcio e colossale, dove riverbera possente il canto, martella la batteria, si muovono viscide e minacciose le chitarre.

Into the Vaults of Ingurgitating Obscurity (quasi 8 min.) introduce al sound epico e oscuro dell’opera mentre Voidspawn (7 min.) rievoca con le chitarre Death e Slayer: fin troppo risentito come stile. Meglio la furia ossessiva, fra Gorguts e Slayer, di Scriptures of the Typhlodians, con catacombali rallentamenti Doom che fanno apprezzare il sound spazioso, polveroso, marcio della band.

Finale con Tales of the Majora Mythos Part 1 (13 min. e mezzo), il vertice dell’opera, con le dimensioni colossali che ben si associano all’orrore cosmico trasmesso da artwork e testi. Fra paesaggi sovrumani, epilessi Grindcore e Brutal Death Metal, rallentamenti Doom dove melodie malsane costruiscono sinfonie blasfeme, è il brano-suite che dimostra le potenzialità della band.

Notevole il ruolo del basso (su tutte, si senta la contorta Vecoiitn’aphnaat’smaala), mentre le chitarre incespicano ancora nella tradizione Death Metal e difficilmente le idee ritmiche e il contributo della voce eccellono, se non quando quest’ultima viene effettata in modo psichedelico e orrorifico, contribuendo non poco al mood ultraterreno. Nella stessa categoria di altre band ispirate a Lovecraft, come i Sulphur Aeon e i Gigan, gli Chthe’ilist consegnano un’opera che solo a tratti riesce a trasmettere un sound evocativo e suggestivo, per il quale servirebbe forse un arsenale di idee più innovative e “aliene” alla tradizione.

.

.

.

Voti:

Le Dernier Crépuscule – 6

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...