Tedua – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Immagine

Tedua su Spotify

Mario Molinari, meglio conosciuto come Tedua (un tempo Duate), è un rapper genovese classe 1994 originario di Cogoleto. Come nel caso di Sfera Ebbasta, nella sua narrazione è particolarmente importante il quartiere di origine e la città metropolitana da cui proviene.

Fa parte della crew Wild Bandana assieme ai rapper IZI, Vaz Tè, Ill Rave, Bresh e Sangue. È il maggiore esponente della scena ligure, che lui ha etichettato come “Drilliguria”, in riferimento allo stile Drill. Ha il flow più acrobatico della scena Trap italiana, con il feticcio di rappare in levare invece che in battere. Tedua piega la lingua italiana a uno slang internazionale, sfibrando la sintassi, alterando il lessico e costruendo un linguaggio altamente personale, ostico per i non “iniziati”. Il mood di molti testi lascia trasparire un aspetto emotivo, persino lirico, che contrasta con le pose gangsta e la narrazione truce della vita di strada.

A Ottobre 2015 viene pubblicato Aspettando Orange County, “prequel mixtape” che presenta Tedua al mondo. Ben 20 brani, oltre un’ora di musica. La raccolta alterna qualche manifesto della “Drilliguria” come “I Ragazzi Della Zona”, qualche momento violento come la cattivissima “Male Di Me”, momenti intimisti come “Perdono Valore” e una sorta di tributo a Dargen D’Amico, la conclusiva “Vita Di Società”, nonostante il ritornello un po’ degno del più demenziale Fedez.

Il singolo, e il video, che segna la svolta è “Lingerie”, pubblicato ad inizio 2016: produzione di Charlie Charles, featuring di Sfera Ebbasta, video di Alessandro Murdaca. Praticamente, con “Lingerie” Tedua replica la formula-Trap che abbiamo già visto in Sfera, pur rimanendo peculiare nel suo flow acrobatico e nel suo linguaggio ostico.

Nel video Tedua sfoggia anche una serie di movimenti decisamente “atipici”, una sorta di balletto fluido che prosegue per tutto il brano e che accompagna il flow. Un elemento tanto peculiare da aver generato pagine fra la parodia e il tributo come questa raccolta di “mosse” di Tedua. Il video supera le 10 milioni di views, forse trainato dai nomi ormai celebri di Sfera, Charlie Charles e Murdaca. Ma non è trascurare anche il merito del brano, uno dei gioielli della Trap italiana, con quel rappato-cantato fluido ormai tipico dello stile, un dosaggio sapiente di ritmo e melodia, un potente bignami di riferimenti a luoghi e personaggi: per quanto sia il primo brano maggiore di Tedua, ha già la forza di imporsi come uno dei migliori esempi di Trap italiana.

Il ritornello descrive il prototipo della “trap queen”, la donna dell’immaginario trap descritta da molti brani statunitensi. La consacrazione del termine è arrivata con un brano del 2014 di Fetty Wap, Trap Queen. (per una definizione, ecco cosa dice Urban Dictionary)

Un altro momento fondamentale è “Wasabi Freestyle”, Maggio 2016. Si tratta di una produzione di Chris Nolan, un altro dei nomi di punta della scena Trap italiana. Il brano sfoggia un flow veloce e disorientante, dimostrando la tecnica di Tedua e il suo carisma come narratore.

Il 30 Giugno viene pubblicato Orange County, il mixtape e virtualmente l’esordio di Tedua. 21 brani, 64 minuti e un esercito di collaborazioni di spicco: dietro al microfono soprattutto Izi, Sfera Ebbasta, Rkomi, Ghali e alla produzione Chris Nolan, Charlie Charles e anche Sick Luke, che firma l’aggressiva “No Snitch”, altro freestyle disorientante.

Oltre a “Lingerie” e al “Wasabi Freestyle”, spicca “Lezione”, uno dei momenti in cui l’animo più docile di Tedua viene meglio focalizzato.

Altro momento di Trap-Pop da segnalare, nonché nuova produzione notevole di Charlie Charles, è “Buste Della Spesa”, con uno dei ritornelli killer della raccolta. Una formula che si ripete simile in “Fifty Fifty”, che brilla soprattutto per il featuring di Ghali, oltre all’ennesimo gioiellino di Charlie Charles.

In alcuni casi, come la già citata “No Snitch” ma anche in “OC” il suo uso della lingua italiana ricorda l’idioma assurdo che era protagonista dei brani di  Joe Cassano.

Altrove si scivola tuttavia nel ridicolo, come nell’intervento di Izi in “Circonvalley”, con versi come “Appena mi alzo la mattina frate’ grido Ue Ue!/Stendo la lavatrice e dopo grido Ue Ue!/Boh non lo so, mi fa sentire bene… Ue Ue!“. Molti dei brani più vecchi, quelli che risalgono al 2014, accumulati in coda alla tracklist, sono lontani dalla Trap (Sangue, Chino, La Lavatrice ecc.) e sono, non solo per l’etichetta stilistica, trascurabili. In definitiva, Orange County poteva essere un interessante album d’esordio di 10-12 brani invece di un sovraffollato mixtape. Nonostante questo grave limite, è una raccolta di brani che ben testimonia la crescita di Tedua dal 2014 al 2016 e ne fa un credibile candidato come futuro “pezzo da 90” della scena italiana.

A Gennaio 2017 arriva finalmente Orange County California, la versione definitiva del mixtape di Tedua. Molti pezzi non sono novità, soprattutto nella prima parte della tracklist. Spicca 00, con Rkomi, ma più per i nomi che per i risultati. “Ci Vuole Poco”, con Laioung, è uno dei momenti più distinguibili nella tracklist, mentre “Pugile”, scelta come singolo, è il momento in cui Tedua sembra tracciare la propria strada futura: flow biascicato, rilassato e stordito.

C’è anche una collaborazione con Izi, “Telefonate”, mentre la conclusiva “Revolver Freestyle”, con Sfera Ebbasta, Izi, Rkomi e Coyote, sembra un manifesto della scena ligure che funge da antipasto per una compilation futura. Dopo aver firmato per Universal, Tedua promette un album per metà 2017, fatto tutto di pezzi nuovi. Slitta però al 2018, nonostante i singoli La Legge Del Più Forte e Burnout facciano venire l’acquolina in bocca. Il secondo è forse l’apice della sua produzione fino a questo momento. La produzione è insolitamente violenta per i suoi standard ed affidata a Chris Nolan. Il testo è a dir poco funambolico e il flow mutante, tanto che il cambio di stile centrale lo fa sembrare quasi un pezzo a due voci. Alcuni passaggi sono da antologia: Allevo un allievo alieno che alleno nascosto nel fieno / Fre’ niente meno che me dal futuro, l’incarico (yeah) / È tornato per avvisarmi di far sul serio / O vedremo una scena di rapper con le pezze al culo / Messe nel tubo di scarico.

La Legge Del Più Forte

Quando a marzo arriva Mowgli (2018) siamo di fronte all’album più complesso della scena italiana, fra Pop, Trap e persino stralci cantautorali (la storia di Dune, il Trap-Rock di Vertigini, il portentoso esercizio di flow di Al Lupo Al Lupo). Seguendo quel flusso di coscienza di Dargen D’Amico (citato esplicitamente in Acqua), di cui si conferma unico possibile erede, si muove fra confessioni (Sangue Misto) e momenti emotivi (3 Chances, La Legge Del Più Forte), rinforzando con alcuni devastanti momenti più aggressivi, come la fluttuante Rital, la frenetica Jungle e soprattutto Fashion Week, con un Charlie Charles brutale a spingere un beat ipnotico e possente, degno sfondo di un flow acribatico come sempre ma maturato in precisione. Un passaggio come “Dentro il quartiere un cantiere di idee / Solo chi cresce riesce a metterle insieme / E il seme della discordia incontra quello del bene / Sai che, frate’, riprendo i passi / Come il breaker o lo skater / Fa con i trick imparati / Vedi che aggiungo lo stile in all-in con più fish dei pirati.” Remix pubblicato pochi mesi dopo, con il rapper francese Sofiane, che dventa la versione definitiva.

Fasion Week Rmx

In alcuni frangenti ha un sound che ha pochi paragoni al mondo, come nell’esotica Cucciolo D’Uomo, Trap-World stravagante. Chiusura con caduta di stile con la ballabile Natura, ma non gioca nella stessa categoria di Sfera Ebbasta


Discografia

Aspettando Orange County20155,5
Orange County20166,5
Orange County California20176,5
Mowgli20187
Immagine
Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...