Pearson Sound – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

David Kennedy è un produttore inglese che deforma la Techno secondo le regole dello Uk Bass, della Dubstep e del Future Garage col suo progetto Pearson Sound e l’esordio omonimo (2015), il quale è un album dove i suoni elettronici sono scorporati dall’intento ballabile, verso un’estetica di dipinti sonori robotici, simile nell’anima all’IDM dei sempre fondamentali Autechre. Asphalt Sparkle, bassi tonfanti e synth d’antan, è un’opener claustrofobica e inquietante. Glass Eye è una melodia spettrale per un ritmo distorto e frenetico, metà danza metà catastrofe emotiva. Swill è un ansiogeno momento glitchy, che incalza nel ritmo zoppicando come un’orribile deformità Techno. Visionaria è Headless, una voce aliena a riecheggiare su un pianeta extra-solare e deserto: musica per la prima colonia su Marte. In chiusura Rubber Tree fonde l’eleganza IDM con le più assordanti distorsioni Industrial: è la fucina di un fabbro galattico, androide, di un futuro trapassato.

Qualcosa invece suona forse troppo ingenuo per il 2015: è il caso dei droni spettrali di Gristle e del ritmo latineggiante di Crank Call, nonché della trovata ritmica di Six Congas. Per quanto elaborata, anche la fantasia ritmica di Russet non sembra apportare nuovo materiale nella storia del genere.

.

.

.

Voti:

Pearson Sound – 6,5

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...