Kings of Convenience – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

I norvegesi Kings of Convenience fanno della dolcezza delle melodia, della pacatezza degli arrangiamenti, dell’eleganza del canto i punti cardinali della carriera, rievocando i primi Simon e Garfunkel e la tradizione Folk più essenziale. Titolari di brani acustici, bucolici, sussurrati, esordiscono con una prima raccolta di brani in Quiet Is the New Loud (2001). Più che per i brani memorabili, che sono assenti, l’opera si distingue per un mood pacato, avvolgente, per una impalpabile serenità, al confine fra malinconia e felicità. Oltre al Folk americano, e al Rock acustico, la band si avvicina anche alla Bossa Nova, per arricchire i suoi acquerelli traslucidi.

Riot on an Empty Street (2004) ha arrangiamenti leggermente più corposi, ancora più à la Simone e Garfunkel. Spicca la dolcissima Misread, con un pianoforte essenziale e dolcemente allegro e gli archi, e il ballabile elegante di I’d Rather Dance With You, con un ritmo che nel contesto sembra violento. Ci sono ancora tantissime banalità, ma rimane un mood di rara delicatezza.

Declaration of Dependence (2009) amplia ancora le influenze folkloriche, ma in sostanza aggiunge poco da ricordare. “More of the same”, in sostanza.

.

.

.

Voti:

Quiet Is the New Loud – 5
Riot on an Empty Street – 5
Declaration of Dependence – 4

Annunci

5 pensieri su “Kings of Convenience – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...