Heavy Metal – Guida per principianti – Parte 11: metallo nero

Copertina

La prima parte di questa guida la trovate qua, la seconda qua, la terza qua, la quarta qua, la quinta qua, la sesta qua, la settima qua, l’ottava qua, la nona qua, la decima qua.

Metallo nero 

In contemporanea con il Death Metal si andò sviluppando un altro stile di Metal estremo, il Black Metal. Intriso di riferimenti anti-cristiani, simboli da setta di occultisti, immaginari ispirati alla cultura e la mitologia norrena il Black Metal puntava anch’esso sulla velocità estrema ma non sui virtuosismi. Le composizioni sono martellanti ma spesso desolanti, parlano più di sofferenze atroci e di entità malvagie che di fatti legati alla società ed alla vita quotidiana. Il suono è più caotico, soprattutto fra i primissimi esponenti del genere, e rifiuta completamente, nella sua forma pura, i ritornelli. Il canto è uno scream spesso strozzato, malato, mostruoso, orrorifico. Le chitarre sono spesso suonate molto velocemente, generando un vortice sonoro che non lascia tregua all’ascoltatore.

I padri del Black Metal, ovvero la band che ne segnò maggiormente l’evoluzione, sono gli svedesi Bathory di Ace Börje Thomas Forsberg, meglio conosciuto come Quorthon. I loro primi ed estremissimi album hanno imposto l’estetica di tutto il genere, soprattutto il seminale Under The Sign Of The Black Mark (1986), di cui è doveroso citare almeno Enter the Eternal Fire.

Negli anni Novanta questa musica diventa inaspettatamente celebre, anche grazie ad alcuni sconvolgenti fatti di cronaca che dimostrarono che la violenza non si fermava alle sole canzoni. I norvegesi Darkthrone ed Immortal ed i finlandesi Impaled Nazarene sono alcuni fra i nomi più conosciuti assieme ai norvegesi Mayhem, la band più importante del Black Metal anni ’90, quella che con De Mysteriis Dom Satanas (1994) ha scritto il manifesto di uno dei movimenti musicali più estremi del ‘900. Considerando quanto possano essere ostiche queste opere, a titolo di esempio si propone la sola Funeral Fog dal già citato De Mysteriis.

31

Fig. 31 I Mayhem si presentavano in modo estremo non solo con la musica, ma anche negli atteggiamenti e nel vestiario.

Altre band, pur mantenendo fermi elementi estremi come il canto lamentoso ed inquietante, conobbero anche un certo successo di pubblico, come i Cradle Of Filth.

Altre formazioni proposero un suono più sinfonico, come si può ascoltare in Enthrone Darkness Triumphant (1997) dei Dimmu Borgir (si ascolti Mourning Palace) ed in In The Nightside Eclipse (1994) degli Emperor, forse il capolavoro definitivo del Black Metal, con tormentati monumenti al “malvagio” come I Am The Black Wizard.

32

Fig. 32 I Dimmu Borgir non rinunciano ad una sana dose di spettacolariotà nei loro travestimenti, dove abbondano le “borchie”.

Il Black Metal, un movimento meno esteso del Death Metal, ha comunque influenzato notevolmente la scena degli anni ’90, dando vita anche a sotto-stili che qui è il caso solo di accennare, come il Folk/Black, una fusione del Black Metal con elementi del Folk nordico.

Le formazioni del Black Metal si sono rivelate, negli anni, fra le più sorprendentemente sperimentali. I norvegesi Ulver, per esempio, hanno proposto tanto album Black Metal quanto opere Folk, per poi approdare ad esperimenti Industrial, Ambient e musicare persino alcuni inni di natura religiosa. Burzum, già nei Mayhem, ha proposto album solisti che hanno molto più a che fare con la musica ambientale e classica che con il Black Metal.

 

Link alla dodicesima parte

Annunci

Un commento

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...