Heavy Metal – Guida per principianti – Parte 4: la preistoria

Copertina

La prima parte di questa guida la trovate qua, la seconda qua, la terza qua.

La Storia del Metal per principianti

Dopo aver descritto per sommi capi il formato, i contenuti e l’estetica dell’Heavy Metal, possiamo iniziare ad affrontare il genere da un punto di vista storico, cercando di ricostruirne le origini e le evoluzioni più importanti. Essendo questa una guida per principianti, si cercherà semplicemente di dare una visione panoramica dell’evoluzione del genere, soffermandosi sugli artisti ed i movimenti più conosciuti, che solitamente fanno parte della cultura dell’ascoltatore medio di Heavy Metal. Alla fine di questo excursus storico non potrete parlare della gloriosa scena di Death Metal canadese, questo è sicuro, ma almeno saprete riconoscere alcuni dei successi Metal che mettono in radio quando tornate a casa da lavoro, dall’università o da scuola.

Non è possibile, credo, riuscire ad essere esaustivi e sintetici al contempo, anche perché l’Heavy Metal ha una storia complessa che, in buona parte, è ancora tutta da affrontare da parte della critica. Non è possibile, inoltre, cercare di iniziare a conoscere questo genere partendo dagli album più innovativi ed “unici”, sarebbe come partire senza “fondamenta”. L’intento della guida che segue è quello di riuscire a farvi parlare con un minimo di cognizione di causa dell’Heavy Metal, riuscendo a distinguere il Glam Metal dal Black Metal o il sound degli anni ’70 da quello degli anni ’00. A corredo di tutto questo, nelle pagine che seguono vi proporrò 100 brani Metal da ascoltare che vogliono essere un po’ quello che mi piacerebbe portaste con voi di tutto questo lavoro; tutti i brani sono evidenziati in grassetto e basta un click per ascoltarli su Youtube. Troverete in grassetto anche i link utili per approfondire.

Preistoria

L’Heavy Metal nasce come emanazione della musica Rock, in particolare del Rock psichedelico e del Blues/Rock. Il primo è quel Rock che, prendendo spunto dalle droghe come l’LSD, ha optato per ampliare lo spettro sonoro fino ad includere tutta una serie di effetti di studio, distorsioni, manipolazioni. Il Blues/Rock è invece la fusione del Rock con il suo progenitore, il Blues.

Per non dilungarsi troppo, possiamo immaginare di partire dai primissimi vagiti dell’Heavy Metal, cercando di focalizzarsi sulle formazioni più influenti, più conosciute ed anche pienamente comprensibili con i pochi concetti sinora esposti.

A fungere da padri ispiratori ci furono formazioni da entrambe le sponde dell’oceano, come gli inglesi Deep Purple e gli statunitensi MC5, giusto per citarne due delle più importanti. Dei primi si può ricordare l’esplosiva Speed King, l’opener incendiaria del loro album In Rock (1970): l’incredibile ed assordante assalto di chitarra elettrica in apertura è un po’ la sintesi degli eccessi assordanti dell’Heavy Metal, anhe se l’intelaiatura Blues/Rock e l’uso delle tastiere appartiene ancora all’Hard Rock. Dei secondi è fondamentale l’esordio Kick Out The Jams (1969), per il quale può essere significativo ascoltare almeno l’incendiaria Kick Out The Jams, una sorta di versione sotto anabolizzanti dei coevi Led Zeppelin, con un gusto per un sound assordante ed eccessivo che è già pienamente Heavy Metal. Numerose formazione vanno ad aggiungersi alle due appena citate; qui ci limitiamo ad un elenco striminzito e parziale, che tiene conto anche della fama delle band al fine di garantire un bagaglio culturale minimo.

14

Fig. 14: gli esagitati MC5

Fra le formazioni inglesi della preistoria Metal meritano citazione almeno, oltre ai già citati Deep Purple,  gli Who ed i Led Zeppelin. I primi non hanno mai suonato Heavy Metal, ma lo hanno influenzato “da fuori”, canalizzando la rabbia giovanile in inni generazionali veloci ed aggressivi dove sia la batteria che la chitarra potevano mostrare quella propensione al virtuosismo ed alla spettacolarizzazione che sarà poi tipica dell’Heavy Metal. Il miglior documento dell’influenza degli Who su queste dimensioni del Metal si può apprezzare nel Live At Leeds (1970) ed in particolare nel devastante medley di My Generation che per complessità e fantasia compositiva anticipa nelle idee se non nella forma il Progressive Metal, di cui parleremo fra qualche pagina.

15

Fig 15: il chitarrista degli Who intento a sfasciare il proprio strumento.

I Led Zeppelin, altro gruppo di grande fama, come e più degli Who, funsero da anello di congiunzione fra il Blues/Rock e l’Heavy Metal, diventando una delle più influenti formazioni Hard Rock. Come per gli Who, i Led Zeppelin influenzarono il genere “da fuori”, donandogli l’ispirazione a tematiche fantasy, la fascinazione per l’occulto, i riferimenti sessuali espliciti (con tanto di orgasmi, come al centro di Whole Lotta Love). L’esordio Led Zeppelin (1969) è pieno di riferimenti al Blues, riferimenti così forti da essere spesso ai limiti del plagio bello e buono, ma almeno Communication Breakdown, con il suo canto isterico, il ritmo serrato, la chitarra che si dimena come un’ossessa vale la pena di essere considerata come uno dei modelli dell’Heavy Metal.

Negli USA, oltre agli MC5, erano attivi dal 1966 gli Iron Butterfly, i quali contribuirono al suono minaccioso del Metal con l’imponente Iron Butterfly Theme su Heavy (1968). I più estremi dopo gli MC5 erano probabilmente i Blue Cheer, titolari di una fusione rovente di Rock’n’Roll, Psichedelia ed eccessi assordanti, come si può ben ascoltare nella celebre cover di Summertime Blues di Eddie Cochrandal seminale Vincebus Eruptum (1968). A poca distanza, in quanto a ferocia e volumi assordanti, c’erano gli Stooges, titolari di quel malato affresco cacofonico che è I Wanna Be Your Dog, progenitrice di una schiera di canzoni minacciose ed inquietanti.La furia degli Stooges e quella degli MC5 influenzerà, oltre che l’Heavy Metal, anche il Punk. Almeno un altro brano è da ritenersi fondamentale per il proto-Metal statunitense ed è quella Born To Be Wild degli Steppenwolf che contiene la frase “Heavy Metal thunder” e che da alcuni è considerata il motivo del nome dello stile musicale di cui stiamo parlando in queste pagine.

 

Link alla quinta parte

Annunci

Un commento

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...