Crosby Stills & Nash – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Le migliori canzoni di Crosby Stills & Nash

Il supergruppo formato da David Crosby, Stephen Stills and Graham Nash è di quelle formazioni che può vantare la partecipazione di tre grandi musicisti: Crosby è reduce dai Byrds; Stills ha già avuto un’esperienza con i Buffalo Springfield; Nash è un ex Hollies. A questo trio di maestri del Folk/Rock si aggiunge, durante la carriera anche Neil Young, anche lui ex Buffalo Springfield e destinato ad una leggendaria carriera solista.

L’esordio della band si chiama, poco fantasiosamente, Crosby, Stills & Nash (1969) ed è una sorta di fusione ideale fra le tre menti che formano la band. L’album riparte dal Country e dal Folk per regalare gioielli come l’epopea melodica di Suite: Judy Blue Eyes (7 min. e mezzo), la festosa Marrakesh Express, la psichedelia dolcissima di Guinevere. L’amalgama fra Psichedelia, Pop, Folk e Rock di Wooden Ships completa i brani maggiori, anche se in 49 Bye-Byes si risentono i sogni melodici dei Byrds. Molti degli altri brani (You Don’t Have To Cry, Lady Of The Island, Helplessly Hoping) sono decisamente più tradizionali, e nonostante una chitarra cristallina ed alcune armonie vocali ipnotiche, suonano come tributi nostalgici più che musica innovativa.

Il secondo album, Deja Vu (1971), vede aggiungersi Neil Young ed aumenta ancora di più le amronie vocali, gli intrecci melodici, i colpi di classe di vari membri. Carry On è al contempo tradizionale, psichedelica e “progressiva” nel suo stile mutante mentre Almost Cut My Hair è al limite fra un canto sofferto, Soul, ed un Rock elettrico e malinconico. Young è ai livelli della sua carriera solista quando canta la dimessa, sofferente Helpless, che potrebbe stare sul suo Harvest. Deja Vu è una filastrocca ipnotica, un Folk psichedelico articolato e cangiante, ornato da chitarre poetiche ed armonie vocali assortite. La delicatezza melodica di Our House, il momento migliore di quelli firmati da Nash, anticipa il capolavoro dell’album, quella Country Girl che è una mini-suite melodica, con un ritmo saltellante ed un arrangiamento imponente. Rinunciando ai momenti più tradizionalisti, ed aiutati dal genio creativo di Neil Young, questo secondo album del supergruppo del Folk raffina le idee dell’esordio, unendo un sound legato alle radici americane con arrangiamenti elaborati, chitarre ricercate, armonie a più voci, strutture spesso cangianti ed elaborate.

Quando la formazione, senza Young e dopo aver superato alcune difficoltà, si ritrova per CSN (1977), l’epoca musicale è completamente cambiata. Paradossalmente, alcuni momenti suonano più vecchi dei primi due album, in un abbraccio totale della tradizione (See The Changes). Dark Star è l’unico momento che sembra appartenere all’idea di un Folk/Rock aggiornato all’epoca della New Wave e del Punk, ma solo a patto che ci si voglia accontentare.

Daylight Again (1982) cerca di aggiornarsi al nuovo sound ottantiano, suonando come un disperato tentativo di lifting musicale. Va meglio quando la band suona più genuina, come in Wasted On The Way, ma c’è davvero poco di rivelante se calato nel contesto dell’anno del Signore 1982.

American Dream (1988) riforma il quartetto leggendario, suonando come un tributo ad un sound perduto. Folk e Rock, nuovamente fusi alla loro maniera, ma ormai senza nessuna spinta creativa degna di nota. Godibile, a patto di non cercare l’innovazione. Qualche momento è più “energico” rispetto al vecchio repertorio.

Live It Up (1990) è un album di Crosby e Nash, dove Stills viene aggiunto per motivi di appeal commerciale. After The Storm (1994) continua la serie di album deludenti. Looking Forward (1999) pone, probabilmente, fine alla carriera con il ritorno di Young a riportare dignità ma non innovazione.

.

.

.

Voti:

Crosby, Stills & Nash – 7
Deja Vu (with Neil Young) – 7,5
CSN – 5
Daylight Again – 4
American Dream (with Neil Young) – 4,5
Live It Up – 4
After The Storm – 3
Looking Forward (with Neil Young) – 4

Le migliori canzoni di Crosby Stills & Nash

Annunci

Un pensiero su “Crosby Stills & Nash – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...