Hanoi Rocks – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Gli Hanoi Rocks, dalla Finlandia, propongono un Hard Rock con pose Glam che anticipa Guns N’ Roses, Poison e Skid Row. La loro forza è quella di riuscire ad unire ritornelli accattivanti a chitarre distorte, facendo sfoggio di uno stile variegato e fantasioso che ha pochi rivali fra i contemporanei.

Bangkok Shocks Saigon Shakes Hanoi Rocks (1981) si apre con l’irresistibile arrembaggio fra Hard Rock, Glam e Pop di Tragedy e prosegue con l’andamento tribale di Village Girl. Richiami Punk (Stop Cryin’) e morbidezze da Pop sentimentale (Don’t Never Leave Me) sono la benzina che spinge avanti l’album, il quale non disdegna una capatina nell’Hard’n’Roll (First Timer) ed una stravagante sperimentazione Reggae-Rock come la solare 11th Street Kidzz, uno dei loro vertici melodici. La conclusiva Pretender è un concentrato della loro musica divertente e festosa. A fronte dei seriosi gruppi dell’Heavy Metal, intenti spesso in pose da duri, spunti politici, tematiche “impegnate”, gli Hanoi Rocks esordiscono con un album immediato, accattivante, godibile e discretamente fantasioso, che di fatto congiunge Glam, Pop, Rock ed Hard Rock.

Oriental Beat (1982) è, se possibile, ancora più orecchiabile ed immediato. Don’t Follow Me, Visitor, Teenangels Outsiders e la ritmicamente elaborata Sweet Home Suburbia sono tutti momenti di Rock buono per le radio e per i party, che riesce ad essere fruibile e godibile senza per questo essere palesemente banale. L’apice creativo è probabilmente No Law Or Order, fra Reggae, Rock e l’inno dell’URSS.

Back To Mystery City (1983) aggiunge Malibu Beach Nightmare ai loro brani più entusiasmanti, proponendo un fulmineo Rock’n’Roll corazzato e scanzonato, ornato da fiati esplosivi. Tooting Bec Wreck è una perfetta party song che non rinuncia ad azzardare nella parte centrale. Un momento quasi Disco (Lick Summer Love) ed un intervento di campane (Ice Cream Summer) aggiungo qualcos’altro al loro eccentrico repertorio.

Two Steps from the Move (1984) chiude la carriera in una sorta di auto-tributo, con tanto di rifacimento di alcuni brani-cardine e poco o nulla di nuovo. Ma rimangono godibili come poche altre band del periodo.

The Best of Hanoi Rocks (1985) tira le fila del periodo più significativo della band, che non manca di riformarsi e pubblicare nel 2002 Twelve Shots On The Rocks, che suona esattamente come i loro album degli anni ’80. Le cose non cambiano neanche con Another Hostile Takeover (2005), che farà la gioia di chi li amava negli ’80.

Street Poetry (2007) con Fashion, Power Of Persuasion e Walkin’ Away suona al contempo classico ed orecchiabile. A patto di non cercare qua la musica del futuro, è un album molto godibile.

This One’s for Rock’n’roll – The Best of Hanoi Rocks 1980–2008 (2008) chiude, forse definitivamente, la loro carriera.

.

.

.

Voti:

Bangkok Shocks Saigon Shakes Hanoi Rocks – 7
Oriental Beat – 6,5
Back To Mystery City – 6
Two Steps from the Move – 5
The Best of Hanoi Rocks – 7
Twelve Shots On The Rocks – 4
Another Hostile Takeover – 4
Street Poetry – 4,5
This One’s for Rock’n’roll – The Best of Hanoi Rocks 1980–2008 – 6

Annunci

7 pensieri su “Hanoi Rocks – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

  1. pess8ino ha detto:

    Roba da far impallidire aerosmith,def leppard,bon jovi e compagnia..lo spirito è quello dei ramones e delle band revival alla fleshtones ma è la freschezza del loro sound che mi ha colpito per un genere settoriale come l’hard rock,inoltre ho trovato un sito che potrebbe tornati utile per qualche scoperta ignorata da scaruffi,certo mancano molte recensioni per tacere delle lacune ma la competenza e l’essenzialità delle schede lo rende un sito interessante

    Mi piace

  2. Concordo sul fatto che gli Hanoi hanno raggiunto vette che molti gruppi più famosi non possono vantare. Ho riascoltato l’esordio di recente e devo dire che sono anche fra i più “divertenti” da ascoltare, per i motivi che tu hai segnalato. Il sito è molto interessante, l’ho aggiunto ai preferiti. Grazie della dritta!

    Mi piace

  3. pess8ino ha detto:

    Dimenticavo,per informarti il sito ha chiuso i battenti da 6 anni,l’amministratore mi ha detto che al massimo farà qualche piccolo aggiornamento..purtroppo..

    Mi piace

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...