Woodkid – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Yoann Lemoine, celebre music video director e graphic designer, si tuffa nel mondo della musica come cantautore sotto il nome di Woodkid.

L’esordio The Golden Age (2013) propone un Chamber Pop malinconico e drammatico, una sorta di versione più pomposa della poetica Folk-Pop dei Beirut o una deviazione verso un sound medioevale del corale amalgama degli Arcade Fire. Una produzione luccicante mette in mostra arrangiamenti sfarzosi sin dall’opener che dà titolo all’album. La musica tribale ed orchestrale di Run Boy Run promette più di quanto l’album riesca poi a regalare. Certo, The Great Escape si lancia in una danza così scatenata da ricordare Dan Deacon, ma la malinconia pianistica di Boat Song, il Chamber Pop sessantiano di I Love You, i richiami anni ’20 di The Shore smorzano subito l’entusiasmo: niente di nuovo sotto il Sole. Sotto gli sfarzi degli arrangiamenti (Ghost Lights, Stabat Mater) c’è poco che superi il Pop orchestrale e barocco, che superi un uso dell’orchestra stereotipo in quasi ogni caso; rimangono forse i ritmi tribali a meritare citazione, ma sono troppo poco (senti anche Iron, già singolo). Conquest Of Spaces, con un mulinello di synth, si fa in parte perdonare il banale giro melodico.

.

.

.

Voti:

The Golden Age – 5

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...