Contorsionist – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

I Contorsionist sono una formazione statunitense che propone una commistione di Djent, Prog-Metal e Deathcore. Nelle loro composizioni c’è quasi sempre largo spazio per la melodia, nonché per una propensione ad un’estetica futuristica, fra lo sci-fi e l’onirico.

Exoplanet (2010) si apre con un assalto Djent/Deathcore (Primal Directive) solo in seguito ammorbidito da strati melodici: è appena un indizio dei futuri sviluppi. Flourish al centro presenta un soffuso, melodico, commovente momento strumentale da Post-Rock, sviluppato poi in un devastante Post-Metal epico. Un altro frangente da ricordare è il velocissimo vortice chitarristico di Advent, che parte prima del secondo minuto. Intriganti anche le voci che si moltiplicano fino alla psichedelia in Vessel, uno dei brani che meglio mostra le potenzialità melodiche della band e le tendenze più Prog-Metal.

Se buona parte dell’album è appiattito su un Djent ed un deathcore con solo alcuni momenti peculiari, Oscillator sembra essere una composizione compiutamente originale: dopo una partenza all’insegna della potenza Deathcore, lunghi assoli chitarristici spostano il brano verso un Prog-Metal corazzato che sfocia in una atmosferica sezione cosmico-psichedelica, apripista di un crescendo Post-Rock che muta in Post-Metal.

La parte finale dell’album vede come protagonista la suite in tre parti Exoplanet (oltre 13 min.). Egress (la prima parte) è un Prog-Metal per voci robotiche che poi si trasforma in un Deathcore assassino, poi trasformato in un Djent devastante; la chiusura è nuovamente melodica, pur conservando le pesanti distorsioni delle chitarre. Void (la seconda parte), si apre con minacciosi fendenti di chitarra e turbini ritmici, ma dopo poco si lancia in un singhiozzante Djent e quindi in un Deathcore più lineare; segue un complesso mix di melodia e potenza, con cortorte strutture da Prog-Metal. Light (la terza parte) si apre in un soffuso, pigro, quasi impalpabile Post-Rock che, dopo un lieve crescendo, si trasforma in un visionario e maestoso Post-Metal fuso a Djent, poi banalizzato da molte dosi di potenza feroce. Nel complesso questa suite è comunque il più compiuto momento di questo esordio.

Con richiami onnipresenti ai Meshuggah, Exoplanet è un album riuscito a metà: potente, corazzato, discretamente fantasioso, è valido in alcuni passaggi e compiutamente solo in Oscillator e nella suite finale.

Intrinsic (2012) è decisamente più melodico, e si configura come un’intrigante versione del Prog-Metal pesantemente condizionata da Death Metal, Deathcore e Djent. Holomovement è uno dei vertici e mostra da subito la nuova veste della formazione: un amalgama spettacolare di tecnica, potenza, melodia. Notevole anche Feedback Loop, che parte potentissima, poi si stempera in un intricato Post-Rock, quindi in un labirintico Prog-Metal strumentale. Casuality aggiunge alla lista dosi Jazz.

La formazione ha ormai perso come baricentro uno stile preciso, come dimostra la travolgente Sequential Vision, che riesce persino a fondere Djent e Jazz nelle sue ampie peregrinazioni. Un altra dimostrazione di quanto possa essere ampio il loro spettro stilistico la dà Geocentric Confusion.

Su simili commistioni si tengono anche Anatomy Anomalies e Cortical, mentre la chiusura con Parallel Trance è musica Cosmica che aggiunge giusto un po’ ti atmosfera all’album.

Meshuggah e Cynic affiorano durante l’opera, ma lo stile compositivo onnivoro è più vicino ai Maudlin Of The Well. Potenti, precisi, intricati, melodici, sperimentali o classici a seconda dei momenti, i Contorsionist riescono con Intrinsic a fare un balzo verso l’Olimpo del Prog-Metal degli anni Dieci.

.

.

.

Voti:

Exoplanet – 6
Intrinsic – 7

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...