Watchtower – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

I Watchtower sono una delle dimenticate formazioni degli albori del Prog-Metal. Prima di Fates Warning, Queensryche e Dream Theater, i Watchtower sono riusciti ad emanciparsi dalla NWOBHM e dal Thrash Metal.

La band contava una incredibile sezione ritmica, formata da Doug Keyser e Rick Colaluca. Alla chitarra c’era un eroe del Prog Metal come Billy White, padrone di uno stile stravagante, spigoloso e carismatico. La voce di Jason McMaster è probabilmente la cosa meno interessante.

Il loro punto di partenza nell’esordio Energetic Disassembly (1985) è una sorta di Thrash Metal tecnico, intricato e violento. Musica densa di cambi di tempo e di riff, ben lontana dalla furia Hardcore che ancora si avverte nel primo Thrash Metal. Violent Change è un manifesto stilistico e descrive nel titolo l’essenza della musica: violente mutazioni musicali sono alla base di questi concentrati di questi grovigli Thrash Metal. La successiva Asylum è ancora più intricata, e gli assalti ritmici della title-track. Il finale con Metldown mostra bene i collegamenti con la scena Thrash e le peculiarità dell’approccio della formazione. Per quanto tarpato da una produzione che poco esalta le sfumature del loro complesso sound, Energetic Disassembly è uno di quei gioielli del proto-Prog Metal che meritano di essere riesumati.

Control And Resistance (1989) alza la posta e trasforma i semi dell’esordio in un album intricato ed ossessivamente alla ricerca di cambiamento, mutazione, evoluzione. L’album è segnato da un doppio cambio nella formazione: subentra al canto Alan Tecchio, che non fa tanto più di McMaster; Billy White trova un degno sostituto nel virtuoso, eclettico e creativo Ron Jarzombek.

Pieno di virtuosismi e di momenti altamente spettacolari, l’opera mantiene un’anima Thrash Metal, ma la unisce ad un gusto ritmico vicino al Jazz, ad un chitarrismo che fa tesoro della scuola degli anni ’70 ed ’80, ad un basso che è più che mai presente e fondamentale per lo sviluppo dei brani. La voce è forse l’elemento più classico, ancora vicina ad Iron Maiden e Judas Priest, con un uso soprattutto del registro acuto.

Instruments Of Random Murder e The Eldritch fanno sembrare lineari i brani dei Metallica: sono frenetici, spigolosi, un concentrato di cambiamenti ritmici, di mutazioni, di imprevedibili cambiamenti di rotta. Mayday In Kiev è un gioiello di Prog-Metal, anche se forse in un modo differente da come verrà inteso poi, dopo che i Dream Theater lo renderanno un genere famoso ad un grande pubblico: è una musica che ricerca nuove strade per il Thrash Metal e l’Heavy Metal classico, tramite strutture complesse, grande padronanza tecnica, cambi stilistici.

Il capolavoro è The Fall Of Reason, 8 minuti di labirinti sonori, un esercizio acrobatico con una pausa atmosferica di Fusion dissonante. Il secondo brano da ricordare è Life Cycles, altro gioiello di acorbatico Thrash Metal tecnico dall’attitudine Prog.

L’eredita dei Watchtower risiede nel Tech Metal e nel Prog-Metal. Le idee dell’esordio sono affinate e portate a pieno compimento: virtuosismi, composizioni complesse e molto articolate, frequenti variazioni, violenti cambi stilistici, spettro sonoro molto ampio. Per quanto mai arrivati al successo, i Watchtower sono una delle maggiori band di Thrash Metal “tecnico” ed “evoluto” di tutti i tempi.

Demonstrations In Chaos (2006) raccoglie materiale edito anche su vari demo e funge da documento storico di una band dimenticata dai più.

.

.

.

Voti:

Energetic Disassembly – 7
Control And Resistance – 7,5
Demonstrations In Chaos – 6

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...