Boogie Down Production – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Le migliori canzoni dei Boogie Down Production

Boogie Down Production è il nome di una delle band più interessanti di fine anni ’80, almeno dell’ambito dell’Hip-Hop. Il trio statunitense, che è stato la palestra del rapper KRS-One, è importante per la sua descrizione nuda e cruda della vita nel South Bronx di New York.

L’esordio Criminal Minded (1987) si ricorda per South Bronx, che è praticamente l’inno della discografia ed una sorta di manifesto programmatico, ma anche 9mm Goes Bang, altra storia di violenza, e Dope Beat, con il riff di Back In Black degli AC/DC, valgono tutte un piccolo posto nella storia del genere. P Is Free, storia di prostituzione e droga, è un altro tassello che aiuta a considerare l’opera come un prototipo del Gangsta Rap.

Il limite dell’album è che né a livello di rap che di produzione c’è qualche momento di grande entusiasmo: conta più una propensione verso tematiche violente e “urbane” che la varietà delle rime o la fantasia dei campionamenti, tranne qualche eccezione. Da questo punto di vista si tratta di un album che è nella media del periodo, non tanto differente da un album dei Run-DMC e che difficilmente spiccherebbe su quanto prodotto dai Public Enemy nel medesimo periodo.

By All Means Necessary (1988) è più dinamico e vanta una produzione più creativa, seppure sempre abbastanza minimale. Si è ridotta la violenza delle narrazioni, verso un rap impegnato su un piano più sociale e politico, diventando uno dei primissimi esempi di simili tematiche nell’Hip-Hop.

Ya Slippin’ campiona Smoke On The Water, proseguendo la tradizione inaugurata con gli AC/DC, ma Stop The Violence (influenzata dal Dub) è il vero brano-manifesto. Forti influenzi giamaicane in Illegal Business ed in T’Cha T’Cha contribuiscono a rendere più varia l’opera.

L’album ha qualche momento minore, ma complessivamente ha un ruolo importante nell’avvicinare l’Hip-Hop all’impegno sociale e politico.

Ghetto Music (1989) è ormai completamente conquistato da ritmi esotici. Ritmicamente e musicalmente, è l’album più vario e creativo della band, che ormai vede KRS One sempre più come protagonista, ma a livello di tematiche e di rapping non inventa praticamente nulla.

Jack Of Spades è perfetta per il dancefloor, Jah Rulez è Hip-Hop dalla Jamaica, Breath Control è un esplosivo ritmo ricolmo di bassi, Who Protects Us From You ha un ritmo saltellante e orecchiabile e Hip Hop Rules è Dub/Hip-Hop da ricordare quando si ascolta gente diventata poi famosa come Sean Paul. Il momento più interessante è Bo! Bo! Bo!, Reggae/Hip-Hop che è un inno all’allegria.

Edutainment (1990) è intriso degli “insegnamenti” di KRS One, che si atteggia ormai a professore della strada. Così il rapper fa l’educatore in episodi come Love’s Gonna Get’cha , che mettono a dura prova la pazienza. Meglio il Reggae di 100 Guns, che riprende il discorso sui ritmi jamaicani ed “esotici”. 7 Dee Jays mette in fila persino sette DJ (KRS-One, D-Nice, Heather B., Jamal-Ski, Ms. Melodie, Harmony, D-Square) per 9 minuti che però non sono molto più della somma delle parti.

Sex & Violence (1992) si ricorda per il Dub/Hip-Hop di Say Gal, anche se la carica di brani come l’aggressiva Duck Down, il Funk old style di Ruff Ruff, i bassi penetranti di Poisonous Products e la fanfara di Questions And Answers sono da annoverare fra i momenti da ricordare. La spettrale The Real Holy Place chiude con po’ di creatività un album tutto sommato prevedibile, seppure dignitoso.

Dal 1993 KRS One inizierà a pubblicare a nome proprio, concretizzando una leadership già palese.

.

.

.

Voti:

Criminal Minded – 7
By All Means Necessary – 7
Ghetto Music – 6,5
Edutainment – 5,5
Sex & Violence – 5,5

Le migliori canzoni dei Boogie Down Production

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...