20 Album Hip-Hop da non perdere!

Qua di seguito trovate venti album Hip-Hop che secondo me non dovreste perdervi. Sono selezionati seguendo un criterio storico ma anche i miei gusti personali, e la lista non può per forza di cose essere completa, e mai lo sarà. Non ho la pretesa di intendermene chissà quanto di Hip-Hop in generale, ma mi diverte focalizzare 20 album in questo genere che reputo molto interessanti da ascoltare. Per ulteriori informazioni potete cercare su questo stesso sito le mie opinioni sugli album e sugli artisti (anche se qualcuno manca).

Non ho usato un criterio ferreo dell’etichetta “Hip-Hop”, quindi si va da album che possono essere considerati fra i primissimi del genere ad altri che sono chiaramente contaminazioni. In tutti i casi, comunque, la mia limitata e fallibile mente umana rivela che ci sono abbastanza elementi per definire questi album come appartenenti all’Universo della musica Hip-Hop.

Ovviamente, ripeto, la lista è incompleta e personale, seppure frutto di numerosi ascolti. Gli album sono ordinati cronologicamente per avere un quadro storicamente più attendibile. Mi mancano decine di album Hip-Hop da ascoltare, alcuni molto importanti e famosi quindi… la lista è “in progress”. Sto ascoltando in questo periodo molti artisti Hip-Hop che ho finora trascurato.

Artista

Album

Anno

Grandmaster Flash The Message 1982
Run DMC Run-DMC 1984
LL Cool J Radio 1985
Public Enemy It Takes A Nation Of Millions To Hold Us Back 1988
A Tribe Called Quest The Low End Theory 1991
Arrested Development 3 Years 5 Months and 2 Days In The Life 1992
Wu Tang Clan Enter the Wu-Tang (36 Chambers) 1993
Beck Odelay* 1996
Dj Shadow Entroducing 1996
Company Flow Funcrusher Plus 1997
Dj Shadow Preemptive Strike 1997
Dalek Negro Necro Nekros 1998
Aesop Rock Float 1999
Cannibal Ox The Cold Vein 2001
cLOUDDEAD cLOUDDEAD 2001
Dalek From Filthy Tongue of Gods and Griots 2002
Madvillain Madvillainy 2002
cLOUDDEAD Ten 2004
Quasimoto The Further Adventures of Lord Quas 2005
Uochi Toki Cuore Errore Amore Disintegrazione 2012

*solo in parte un album Hip-Hop

Advertisements

5 thoughts on “20 Album Hip-Hop da non perdere!

  1. flw 14 ha detto:

    piuttosto originale come lista,considerata l’assenza di dischi gangsta-rap,forse è la prima volta che tra blog e siti vari leggo una lista di dischi hip hop in cui manca questo genere,che personalmente anche a me,se escludo certi rap viscerali e sanguigni del primo ice cube,non mi fa impazzire;viste le tue conoscenze,se hai in mente qualche artista gangsta perlomeno degno di attenzione,lieto di farmelo segnalalare,inoltre sarei curioso di leggere qualche scheda su artisti del periodo fine 80-primi 90 come jungle brothers,outkast,disponsable heroes of hiphophrisy,arrested development,stetsasonic,D.O.C,etc..un altra cosa che mi incuriosisce è la strana presenza di odelay,un collage di generi che presenta si elementi hip hop,ma non così marcati da rientrare nel genere,volendo,nella lista potrebbe starci al massimo se si considera l’hip hop nel senso più esteso del termine..in ultimo ti chiedo se consideri interessante oppure inutile che a queste liste di album per genere possano essere affiancate delle corrispettive liste dei migliori brani per genere,lo stessa osservazione potrebbe valere anche sulla lista dei dischi del rock italiano che hai fatto,pensi che ne valga la pena?

    Mi piace

  2. Grazie del commento!

    Premettiamo che le mie conoscenze di Hip-Hop sono abbastanza lacunose (come potrai notare, nelle ultime settimane ne sto ascoltando molto, compreso molto del periodo fine ’80-inizio ’90, quindi questa lista dovrò aggiornarla presto!). Ho qualche difficoltà a trovare un testo di riferimento che proponga una storicizzazione organica del genere, e quindi faccio abbastanza fatica a capire che vale la pena di ascoltare e chi no. Per molti artisti, poi, ho ascoltato alcune cose ma necessito di altri ascolti. Ti posso dire che apprezzo molto l’esordio degli Arrested Development, e che devo riascoltare tutti gli Outkast, che mi sono sembrati interessanti ma non ho ancora capito se sono anche qualcosa di più (molti critici sostengono di sì).

    Odelay ci sta un po’ alla larga in questa lista, hai perfettamente ragione, e quindi si meriterebbe un asterisco o qualcosa del genere, perché effettivamente non è un album granché Hip-Hop, o comunque lo è in senso lato. Diciamo che dopo questa tua osservazione valuterò se continuare ad inserirlo quando la lista sarà più completa, e condivido in pieno la tua perplessità. 🙂

    Sarebbe molto interessante fare una lista dei brani ma… richiede molto tempo ed una selezione feroce! Già è difficile selezionare 20 album , figurati passare da 20 album a, chessò, 50 canzoni! Io penso che sarebbe molto utile ed interessante, ma questo richiederebbe tempi lunghi. Non mi precludo di farlo, prima o poi, ma per la lista delle canzoni preferite so di aver impiegato non poco tempo e che non è un lavoro così facile, anche perché io formo le liste, almeno in prima istanza, semplicemente filtrando per voto e per genere un file Excel, mentre per le canzoni devo creare liste apposite, nuove, che richiedono un bel po’ di tempo. Però ci proverò, pian piano, perché penso che ne valga la pena! Decisamente!

    A me piacerebbe poter fare delle vere e proprie playlist, ma non ho trovato un modo veloce e affidabile: farle con youtube significa che ogni giorno rischio che cancellino dei video. Potrei farle usando Deezer, ma è un servizio a pagamento e per chi non è iscritto non sono consultabili. Vedrò in futuro di trovare una soluzione, perché il massimo sarebbe avere delle playlist ascoltabili di canzoni e magari anche di album.

    Non posso prometterti nulla con certezza, ma penso che nelle prossime settimane leggerai diversi nuovi profili Hip-Hop su questo blog, magari capaci di coprire qualche lacuna (ne ho tante) sul genere.

    Infine, per quanto riguarda il Gangsta Rap, il primo nome che mi viene in mente è Notorious Big ed il suo Ready To Die (1994). Aggiungerei l’Ice Cube di AmeriKKKa’s Most Wanted, che però penso già conosci, e stando un po’ larghi The Chronic di Dr. Dre (considerato fondamentale da molti, ma a me non fa impazzire). Fra i primi, direi i pionieri, ascolta magari i Boogie Down Production di Criminal Minded e l’esordio di Big Daddy Kane, omonimo. Molto quotato è anche il Nas del celebratissimo Illmatic (che a me sembra buono ma non fantasmagorico) ed il Doggystle di Snoop Dogg, entrambi abbastanza influenti e ripresi dai posteri. Abbastanza “duro” è anche la coppia GZA/Genius in Liquid Swords, ma siamo più sull’Hardcore. Poi vedrai che nelle prossime settimane mi capiterà di approfondire rapper che potrebbero essere molto importanti per il Gangsta e l’Hardcore.

    Spero in futuro di poter essere più esaustivo. 🙂

    Per il resto non mi ha mai attratto molto, l’ho spesso trovato noioso.

    Mi piace

  3. flw 14 ha detto:

    ho tenuto conto delle presumibili difficoltà che comportano le liste dei brani,oltretutto richiedono maggiore fatica di quelle dei dischi,questa consapevolezza mi distoglie dal proportele,non avrebbe molto senso chiedertelo,come infatti avrai notato mi sono limitato a chiederti se ne valesse la pena,per constatare quanta meticolosità ci metti nel tuo lavoro,quindi vedo che non solo non precludi l’idea di fornire un quadro più ampio delle tue preferenze musicali,ci vuoi mettere pure le playlist,non ho mai sentito parlare di questo deezer,ma da come lo descrivi è un servizio tutt’altro che conveniente e pratico..per quanto riguarda il gangsta rap,proverò con i pionieri,(strano che tra questi non citi gli nwa,che in genere sono consderati i paladini del gangsta),tra i cosidetti formalizzatori,mi manca illmatic,il resto non mi fa impazzire,sono dei buoni dischi discretamente originali,così come succede nei dischi degli artisti pop da singoli,evitano l’affossamento grazie alla solita manciata di brani che spiccano nella tracklist per orecchiabilità,immediatezza e stravaganza,biggie e il gza di liquid swords mi sono sembrati i più validi,il primo ha un flow eccezionale degno della sua fama,non posso dire altrettanto musicamente e sopratutto liricamente (dozzinale nella maggior parte dei casi),il secondo è il sound wu tang che tenta di ricreare le atmosfere dei cypress hill,spettrale ma anche meditativo e onirico,doggystyle e chronic potrebbero essere dello stesso artista,sono uno la prosecuzione dell’altro,non sono dischi di compositori ma di produttori e arangiatori,nel rock si sa,chi scaglia la prima pietra acquista consistenza e credibilità,mi restano seri dubbi su quanta ne possa avere il g-funk..mah..continuo a preferire certi passaggi travolgenti dei primi album di ice cube:nevrotico e ossessivo,perdendo col tempo l’intensità dei primi album,ha evidenziato i suoi limiti creativi,ciononostante ha creato un validissimo modello di hip hop d’assalto…se tra le tue ultime scoperte/eventuali pubblicazioni ti manca l’omonimo dei beatnigs,primo e unico album della loro discografia,ti consiglio di segnartelo,per quanto mi riguarda è stato l’ascolto più ostico di un disco old school e non solo

    Mi piace

  4. Gli NWA non li ho ascoltati… anche se ne ho letto molto bene! Cercherò di rimediare! Grazie anche per il resto del tuo commento, che condivido nel complesso! Mi segno i Beatnings, che non ho mai sentito nominare 🙂 Grazie ancora!

    Mi piace

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...