Flourishing – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

I Flourishing sono un trio statunitense che propone un Death Metal che è al contempo brutale e sperimentale, che richiama più i Gorguts che i Death.

Iniezioni Post-Metal e matrici Progressive fanno di The Sum Of All Fossils (2011) uno degli album più interessanti del più evoluto Death Metal del periodo. In otto brani la formazione può concretizzare le visioni da incubo in un sound terrificante, che oltre a martellare si preoccupa di creare un’atmosfera opprimente di catastrofe e sofferenza.

A Thimble’s Worth è una complessa visione Death Metal piena di cambi di tempo e ossessioni ritmiche, venata di angolature Post-Metal fatte di melodie spigolose ed un attimo di pensosa diapositiva post-apocalittica nel pre-finale. The Prospects of Rejection (6 min.) si apre con detriti chitarristici da Sonic Youth in un clima da Neurosis, prima di sfogarsi un Death Metal che per certi versi ricorda la ferocia del Black Metal; le costruzioni ritmiche sono millimetriche nonostante siano imponenti. La seconda metà del brano è più atmosferica: mentre la batteria impazzisce lentamente si costruisce uno sfondo desolante di chitarre post-industriali e melodie desolanti.

By Which We’re Cemented dopo un inizio travolgente si perde in dissonanze e rallentamenti Sludge, a cui voci dannate non fanno che aggiungere ulteriore originalità. Il brano ha uno sviluppo quantomeno insolito, in quanto insiste su strutture di “tensione” che abbondano di cacofonie, rinunciando di fatto al modello del Death Metal.

In Vivid Monochrome, dopo una partenza con semi-marcetta militare, lascia vomitare il growl su fendenti di chitarra e diventa nello sviluppo una sorta di apocalittica visione Post-Death industriale, dove l’atmosfera si sposa al suono devastante.

Il senso di catastrofe è imperante in Momentary Senses, dove la chitarra è in piena guerriglia post-atomica, la batteria segna il passo per l’avanzata di legioni sovrumane e la voce, distorta, intona urla di disperazione nerissima. La sfuriata Death-Grind che segue è così una devastazione attesa ma comunque sorprendente: il suono obeso rigurgita decibel ed esplosioni ed è reso ancora più epico dalle strutture cangianti che lasciano illusori attimi di respiro.

Fossil Record (6 min.) è una visione da incubo di Prog-Post-Death Metal, ammesso che questa etichetta possa rendere l’idea. C’è la desolazione del Post-Metal più tetro, la violenza più profonda del death Metal classico e la propensione alle strutture complesse del Progressive Metal. A tutto questo, c’è da aggiungere una sempre presente ricerca sonora per timbri ed accostamenti sempre differenti.

Summary è un altro maestoso documento audio dell’apocalisse e dell’orrore, che tocca forse l’apice nei riff stoppati, capaci di far avvertire la vertigine, come a far sentire più forte quanto sia intenso il caos.

Il finale è tutt’altro che quieto: As If I Bathed In Excellence ha una brutalità che richiama formazioni Deathgrind e Goregrind, ma la struttura articolata degli ultimi Death. Giusto gli ultimi due minuti lasciano un po’ di respiro, pur scivolando in un territorio limitrofo al Doom che tutto tranne che sereno. Quando nell’ultimo minuto intervengono le chitarre a costruire un climax insolitamente melodico è un trionfo epico, come se la battaglia più orribile e atroce si fosse in qualche modo conclusa, non vittoriosamente, ma quantomeno non nel più tragico dei modi. Rimane un senso di terrore e di potenza, come se si fosse stati spettatori di uno spettacolo sovrumano. Ed un senso di profonda tristezza, lontana dai patetismi della canzoni di amori finiti.

The Sum Of All Fossils è uno dei motivi per cui il Metal appare, fra le due decadi, più interessante di molta altra musica.

.

.

.

Voti:

The Sum Of All Fossils – 7,5

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...