Incoming Cerebral Overdrive – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Gli Incoming Cerebral Overdrive sono una formazione italiana dedita ad un brutale mix di Metal, Math-core e qualche richiamo più Progressive.

L’esordio Cerebral Heart (2008) è un concentrato di violenza dalle strutture geometriche e rabbiose. L’intricato tessuto musicale ricorda band come gli PsyOpus, ma non manca un cervelletico gusto melodico e ritmico: il sound, insomma, è abrasivo ma non estremamente ostico. Questi eredi dei Dillinger Escape Plan mostrano le carte migliori quando in Hope fanno intervenire un synth da Prog-Rock a rischiarare la densa atmosfera da mattanza, anche se la successiva Slave approfondisce le contaminazioni stilistiche secondo una logica schizofrenica che non sarà nuovissima, ma rimane di sicuro impatto. Born ritrova qualche dolcezza melodica Prog-Rock. Prima della puntata elettronica non peculiare di Vibrated giunge il brano più epilettico, Awakening. Nel complesso, pur con la ripetitvità dietro l’angolo, il (breve) disco riesce nell’apportare una boccata di aria infernale nella scena italiana.

Controverso (2010) complica l’esordio, facendo aumentare il peso della componente “progressiva”. In nugolo sonoro si è fatto più cervellotico e multiforme, anche se l’idea viene messa a fuoco solo nella terza traccia, quella Controversial che è un enigma di tempi dispari e tensione ossessiva. Da qua in poi l’album sbaglia poco: Science turbina come impazzita ed è un tour de force di virtuosismi e tempi stravaganti, mentre la rabbia viene vomitata a fiumi.

Migliorata anche la varietà, come ben dimostra una Magic che parte in un lento, mostruoso mid-tempo che sembra la loro versione del Doom Metal più disperato, ma che diventa poi un portentoso tentativo di Prog-Grind schizofrenico.

Una samba colora Sound e ulteriori iniezioni Prog colorano una altrimenti violentissima Colours. There, posta nel finale, sembra quasi il punto di approdo di questa evoluzione stilistica: un Prog-Post Metal che sembra una versione violenta ed instabile di formazioni come gli Isis od i Pelican. Si tratta di uno dei brani italiani più significativi ed interessanti del periodo.

Una seconda opera, questo Controverso, che aggiunge qualcosa ad un esordio già interessante. Non c’è nessun miracolo, soprattutto per gli avvezzi ai suoni più schizofrenici degli anni ’90 e ’00, ma quell’ingrediente Prog unito alla virulenza Math riesce comunque a favorire alcuni episodi che sono, almeno per gli appassionati del genere, valevoli d’attenzione.

.

.

.

Voti:

Cerebral Heart – 6
Controverso – 6,5

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...