No Doubt – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

I No Doubt sono una formazione statunitense che è stata protagonista di una piccola epopea a cavallo fra Ska, Punk, Pop e Rock negli anni ’90.

Forti di un sound divertente e variegato, anche se raramente originale, la loro musica si è nutrita di sole estivo, di post-adolescenza e di un mix emotivo di gioia, spensieratezza e nostalgia, quantomeno nelle opere di maggiore interesse a mio parere, ovvero le prime.

Il seguito è stato invece un avvicinamento a territori più smaccatamente Pop e ballabili, abbandonando l’anima Punk o quel che ne rimaneva, conservando pochino di quella Ska e sostanzialmente avviando un tramonto che ha regalato poco da ricordare.

L’esordio era frizzante e giovanile, melodico ed accattivante, energico e variegato. Funk, Punk, Soul, Rock, Pop si mischiano in No Doubt (1992) con naturalezza, e magari qua e là affiorano fra le altre cose anche i Red Hot Chili Peppers. Ma lo spettro stilistico è vario, come dimostra la musica da Folk tradizionale e celtico di Sad For Me o come il motivetto radiofonico al gusto Ska-Pop di Paulina.

Beacon Street (1994) sviluppò l’idea dell’esordio con un sound più tagliente, ma sempre molto orecchiabile. Open The Gate e Snakes sono fra i numeri più intriganti, ma sostanzialmente i primi due album sono raccolte di canzoni da party senza grandi pretese, che sanno mantenere il loro ruolo e poco più.

Tragic Kingdom (1995) alza un po’ la posta, quel tanto che basta contemporaneamente a farne un album di successo, un gruppo famoso ed un’opera quantomeno di seconda importanza negli anni ’90. Questa volta qualche numero giunge ad equilibri interessanti, ed il sound è ormai maturato in un almalgama di melodia, ruffianerie, ritornelli e produzione accurata. Spiderwebs, Excuse Me Mr., Just A Girl, Sixteen e soprattutto la maestosa, tetra, minacciosa title-track, che dissimula il tutto con uno Ska tinto di nero dove Gwen Stefani si immola in uno dei pochi momenti in cui la sua prova canora non risulta derivativa sono tutti momenti di creatività e di orecchiabilità, dove poco o nulla merita elogi per l’originalità ma dove almeno meritano citazione le alchimie di leggerezza e varietà. La ballatona Don’t Speak non è forse una delle cento più importanti del suo decennio per innovazione o carisma, ma rimarrà il loro successo più strappalacrime.

Return of Saturn (2000) è il ritorno dopo 5 anni sulla scia di Tragic Kingdom. Aggiornati ai ritmi del Trip-Hop e di un Pop/Rock più “elettronico” (Ex Girlfriend, New) e pervasi da uno spirito più moderno, i nuovi momenti da ricordare sono Bathwater, motivetto saltellante e solare, Staring Problem e Big Distraction. Sull’onda di Don’t Speak invece proliferano le ballate, fin troppo.

Parlare di sell-out sarebbe forse un po’ ridicolo, perché i No Doubt hanno sempre ammiccato al grande pubblico, ma allora diventa difficile trovare un termine per descrivere Rock Steady (2001). Hella Good è praticamente un mix della più porno-erotica Britney Spears mentre Hey Baby è un tormentone che si può rivendere anche in discoteca, al passo con le produzioni più luccicanti del periodo. Underneath It All è un Reggae da villaggio vacanze, perfetto mentre sorseggiate il cocktail a bordo piscina.

In genere, rimane poco di ricordevole da conservare e The Singles 1992–2003 (2003) lo contiene quasi tutto.

.

.

.

.

Voti:

No Doubt – 4,5
Beacon Street – 5
Tragic Kingdom – 6
Return of Saturn – 5,5
Rock Steady – 4,5
The Singles 1992–2003 (Compilation) – 6

Annunci

Un pensiero su “No Doubt – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...