White Denim – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Le migliori canzoni dei White Denim

Gli statunitensi White Denim propongono un mix di richiami sixties variegati, melodie semplici, sviluppi inaspettati, elementi Garage, attitudine a tratti lo-fi nell’esordio Workout Holiday (2008). Brani che brulicano di vitalità come Let’s Talk About It e Shake Shake Shake, che precedono la destrutturazione divertita di Sitting, prima di venir rapiti dal ruvido lo-fi Hard Blues di I Can Tell. Il ritmo, con i suoi cambi stilistici e le sue acrobazie è spesso il vero protagonista dei brani: dona loro la vitalità e la forza di brevi composizioni entusiasmanti (un buon esempio è Mess Your Hair Up, ma anche lo strumentale Look That Way at It va bene). Certamente le citazioni, quasi una mimica di stili del passato, è evidente in molti passaggi, ed è solo qualche trovata a sollevare i brani dal revival (per es. All You Really Have to Do). Buona parte delle idee più interessanti, come quelle di Don’t Look That Way at It e WDA, o della (splendidamente colorata) Migration Wind presente nel bonus disc, ricordano alla lontana le invenzioni di Giraffes? Giraffes! e Battles, pur con la patina retrò e sessantiana.

Fits (2009) replica l’acrobatico e multiforme amalgama di stili sessantiani ed irruenza sin dall’iniziale Radio Milk How Can You, un turbine ai limiti della cacofonia sotto il quale scorrono psichedelia, jam-Rock, Funk e citazioni più o meno velate. Come nell’esordio, il viaggio in stili retrò non manca di proporre evoluzioni stravaganti o inaspettate: Say What You Want, un Hard Rock da manuale, si chiude con una lunga coda di psichedelia mistica. El Hard Attack DCWYW sembra un mix fra Jimi Hendrix ed una scatenata musica sudamericana. Affiora in genere un più pacato melodismo, che riduce la vicinanza con la viscerale Jon Spencer Blues Explosion e avvicina la formazione ad una suggestiva rievocazione del passato. Una sensuale danza caraibica in stile Prog/Psych-Rock (Sex Prayer), uno Psych-Rock sessantiano (Mirrored And Reverse), uno Psych-Pop rilassato (Paint Yourself), un Funk per canto dolce (I’d Have It Just The Way We Were) mostrano un quartetto di variazioni stilistiche retrò, la specialità della band. Syncn, altro bagno retrò, chiude nella malinconia un album che mischia richiami anni ’50 e ’60 con uno stile calligrafico, suggestivo ma non innovativo, per quanto piuttosto particolare rispetto alla scena coeva. Si potrebbe pensare ai White Denim come ad una progenie del revival del Rock delle origini degli anni ’90, ma supportata da una formazione dalla grande fantasia compositiva.

Last Day Of Summer (2011) è un disco più rurale, con sfumature psichedeliche, un melodismo solare, con niente del sound caotico ed arrembante dell’esordio (per es. Our Get). Incaviglia, un vortice onirico di intrecci chitarristici virtuosi, e Light Light Light, un Jazz psichedelico, mostrano le carti migliori dell’opera, che in alcuni momenti ricorda i Beirut (Some Wild Going Outward).

D (2011) torna ad una veste Rock tinta di psichedelia e di strutture progressive, come mostra la sessantiana ed entusiasmante giostra all’LSD di Back At The Farm. La toccante ballata dalle sfumature allucinate di Street Joy, la frizzante fantasia Prog-Folk/Rock di River To Consider (con richiami chiari ai King Crimson), il brulicare ritmico del fantasioso Prog-Rock di Bess St. delineano la parte migliore di un disco ben suonato, ben arrangiato, nostalgico, evocativo ma poco innovativo.

.

.

.

Voti:

Workout Holiday – 6,5
Fits – 5,5
Last Day Of Summer – 5
D – 5,5

Le migliori canzoni dei White Denim

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...