Dj Shadow – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Playlist di brani selezionati di DJ Shadow

Lo statunitense Dj Shadow è uno dei più innovativi artisti della storia dell’Hip Hop, titolare di album completamente costruiti da campionamenti, senza l’utilizzo della voce. Dj Shadow costruisce un caleidoscopico, fantasioso, emozionante collage di basi, samples, loop, un continuo lavoro di combinazioni e di costruzione. Levando all’Hip Hop la voce ha fatto l’equivalente dell formazioni che nel Rock fanno a meno delle chitarre.

Entroducing (1996) è uno dei più fulminanti incontri che si possano fare con un album Hip Hop. Building Steam With a Grain of Salt inizia le danze con mutevoli campionamenti, suoni liquidi, fonti sonore disparate: è come fare un viaggio trasognato a metà fra psichedelia e frammenti ritmici provenienti da luoghi ed epoche diverse. L’arte del collage è stata appresa da Dj Shadow con una maestria impressionante, basti ascoltare Changeling, quasi otto minuti di mutazioni fluttuanti, mentre Stem/Long Stem sono nove minuti abbondanti che accoppiano ritmi frenetici a pianoforti sognanti, emozioni dicotomiche, cupi battiti, echi cosmici. Sembra di viaggiare nel passato con un piede nel presente e nel futuro, è una musica caleidoscopica ed affascinante, che inghiotte la mente. Midnight in a Perfect World unisce voci paradisciache e Rap “rozzi”, ancora in giochi fra eleganza e potenza, fra calma e agitazione, in un generale clima di sfumature emotive e musicali, un compendio stilistico fantasioso. Napalm Brain/Scatter Brain conclude virtualmente l’opera, con oltre nove minuti che farebbero invidia alla migliore Drum’n’Bass, fra tastiere cosmiche e battiti forsennati.

La compilation Preemptive Strike (1997) regala soprattutto i 14 minuti di What Does Your Soul Look Like (Part 2), chitarra Grunge desolata, battiti fra Hip Hop e Rock, sassofono romantico: è ancora una curiosa, eclettica, affascinante opera di commistione che fa trionfare Dj Shadow. What Does Your Soul Look Like (Part 1) si distingue per il cantato romantico ed i fiati che piangono, la Part 3 è la più trascurabile e canonica, la Part 4 è ambiziosa ma innesta un rutto al vocoder sulla base che rimesta Jazz e musichette sparse, con risultati poco organici. Hindsight con battito imperante e cupo e disturbi vari e subsonici, è un quadro nero e grigio su una città abbandonata. Influx, nonostante i 12 minuti, è invece la più canonica di tutte le composizioni, meno avventurosa e meno interessante, fonde Funk, Jazz e Hip Hop senza molta fantasia ed estro.

The Private Press (2002) riduce di molto la portata innovativa delle sue opere ed anche l’eclettismo, tanto che spesso sembra di riascoltare di Add N To X in versione nera, come in Fixed Income. Le variazioni sono ridotte, gli effeti più prevedibili, la forza emotiva ed atmosferica dei brani è scemata. Giving Up the Ghost è una brutta copia delle commistioni fra tastiere atmosferiche e battiti aggressivi del passato, Monosylabik è invece il brano migliore ed il più violento, fra disturbi sonori, fischi, percussioni Industrial (ma manca qualcosa oltre l’eccentricità). Blood On The Motorway, in nove minuti, regala poco e nulla, se non tentativi di un’evocativa D’n’B atmosferica che rimane incompiuta e poco convincente, oltre che prolissa. You Can Go Home Again fa pensare ad un futuro che muta dalla Disco accelerandola e rinvigorendola, prospettiva non entusiasmante a giudicare da questi risultati.

.

.

.

Voti:

Entroducing – 8
Preemptive Strike – 7,5
Private Press – 6

Playlist di brani selezionati di DJ Shadow

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...