Kiss – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Playlist di brani selezionati dei Kiss

Cresciuti a New York, i Kiss unirono l’Heavy Metal alla teatralità degli atteggiamenti glam, creando una musica semplice, ripetitiva, dalle strutture epidermiche e molto orecchiabili. Disinteressati completamente ad un messaggio politico o impegnato, i Kiss inneggiano al sesso, al divertimento, alle feste adolescenziali, ponendo le basi di un Pop/Metal che diverrà sempre più il loro stile musicale. Il successo di pubblico della band permette di annoverarli fra le band che hanno venduto più di 75 milioni di copie, rendendo i Kiss dei best-seller con pochi rivali nella storia dell’Heavy Metal.

L’esordio omonimo del 1974 rimarrà probabilmente il loro capolavoro e serve a fissare i connotati di tutta la loro avventura musicale: chitarre dal riffing semplice ed immediato, testi disimpegnati, ritornelli accattivanti, brani adatti ad incendiare le folle e che daranno il massimo della loro forza nelle esibizioni live. Strutter, Nothin To Lose, Cold Gin sono prevedibili Hard Rock radiofonici che anticipano il capolavoro di tutta la carriera, quella Black Diamond che parte acustica, esplode in un accattivante cavalcata guidata dalla chitarra elettrica e si esaurisce in rallentamenti Doom estenuanti.

Nel rispetto di un’abitudine odiosa che infetterà l’intera carriera, i Kiss pubblicano prematuramente un altro album, sempre nel 1974, ovvero Hotter Than Hell: solo la title track è al livello dell’opera precedente.

Dressed to Kill (1975) aggiunge Room Service e soprattutto il loro anthem più potente e coinvolgente Rock And Roll All Nite. Prima di crogiolarsi all’infinito nella loro stessa idea pubblicano Destroyer (1976), che contiene una serie notevole di classici del loro repertorio: l’altro inno possente di Detroit Rock City, le venature Black Sabbath di God Of Thunder, Shout It Out Loud e la dolce Beth.

Hard Luck Woman sorregge Rock And Roll Over (1976) ma la mancanza di idee ammorba una sequela impressionante di opere successive. Love Gun (1977) si fa ricordare per la title-track, il Pop e persino la Disco affiorano sempre più con Dynasty (1979) e la divertente I Was Made For Lovin’ You. Unmasked (1980) riesce a spaccare anche i fan e Music from “The Elder” (1981), vicino persino al Progressive Rock, può essere commentato con una frase dello stesso Gene Simmons, bassista e cantante: « Come album dei Kiss gli do voto zero, come album dei Genesis gli do voto due ». Un concentrato di cliché è Creatures of the Night (1982), che si riavvicina allo stile degli esordi. Exciter ed in parte la title track sono quanto di necessario c’è in Lick It Up (1983), mentre Heaven’s on Fire è il brano di spicco di Animalize (1984). Dopo l’incolore Asylum (1985), Crazy Nights da Crazy Nights (1987), la ballata Forever su Hot in the Shade (1989) ed ancora Revenge (1992) anticipano un ritorno relativamente significativo di energia e forza creativa su Carnival of Souls: The Final Sessions (1997) e Psycho Circus (1998) che si fa ricordare per la title track, I Pledge Allegiance to the State of Rock & Roll e You Wanted The Best.

Nella migliore tradizione della musica “commerciale” i Kiss hanno dato alle stampe forse due album che valgano l’acquisto ed una ventina di canzoni significative sparse poi in un numero spropositato di uscite discografiche.

Il ritorno con Sonic Boom (2009) è un’opera che potrebbe benissimo risalire al 1975.

Nonostante più di una decina dei loro album sia estremamente mediocre, sono diventati una leggenda dell’Heavy Metal da classifica, così come lo diventarono i Queen per l’Hard Rock.

.

.

.

Voti:

Kiss – 6,5
Hotter Than Hell – 4,5
Dressed To Kill – 5,5
Destroyer – 6
Rock & Roll Over – 4,5
Love Gun – 3
Dynasty – 4
Unmasked – 3
Music For The Elder – 3
Creatures Of The Night – 3
Lick It Up – 4
Animalize – 3,5
Asylum – 3
Crazy Nights – 3
Hot In The Shade – 3
Revenge – 3
Carnival of Souls: The Final Sessions – 4
Pshyco Circus – 4,5
Sonic Boom – 3

Playlist di brani selezionati dei Kiss

Annunci

2 thoughts on “Kiss – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...