J-Ax – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

j-ax-querelato-dario-salvatori

J Ax, già negli italiani Articolo 31, nel 2007 pubblica Di Sana Pianta, che parte dal Pop ma si sposta più su territori Rock o Reggae che Hip Hop. Sostanzialmente, abbandonato Dj Jad, J Ax può abbracciare un’immagine musicale più al passo con i tempi. L’aggressiva Generazione Zero, Le Chiavi Di Casa, la violenza carica Heavy Metal di SNOB, l’irriverente Tua Mamma sono più vicine agli standard di Fabri Fibra e rifulgono, se non altro, di una energia sincera, seppure sempre non troppo fertile.

Rap N’ Roll (2009) con I Vecchietti Fanno O, l’aggressiva Io Mi Rifiuto, il Pop-Punk della title-track e qualche collaborazione famosa continua il mix di Hip Hop, Heavy Metal, Pop e Rock senza aggiungere nulla di nuovo.

Su Deca Dance (2009) invece il connubio con il Pop e la Dance si fa più esplicito (la title-track, che riecheggia degli 883). Marracash si distingue ne Il Commercialista, in un clima kitsch da Bollywood mentre il resto si muove sui soliti territori di Pop/Rock/Hip-Hop con l’aggressività dell’Hardcore melodico (Vendesi Idolo).

Meglio Prima (?) (2011) è un mix di canzoni ballabili sullo stile dell’Hip-Hop di Fabri Fibra (vedi la title-track, Domenica Da Coma, Tutta Scena, Na-Bomba) e di qualche ricordo di uno spirito iconoclasta da domenica pomeriggio (Musica Da Rabbia). J Ax prova più volte a creare un anthem popolare come Tranne Te di Fabri Fibra e recicla le solite autocompiaciute esaltazioni ed una ironia dozzinale. Sono 17 canzoni, decisamente troppe per così poca originalità.

Il Bello D’Esser Brutti (2015) si apre con il brano migliore scritto da J-Ax da molti anni, un’introduzione che suona come una presa di coscienza per superare la mediocrità della carriera dell’ultimo decennio. Il brano suona come un’espiazione, ed è anche un raro caso in cui si può risentire il flow da rapper invece che il cantante radiofonico. Il resto della tracklist, purtroppo, disattende completamente queste attese: una ribellione sempre nazionalpopolare, fatta di droghe leggere, Pop-Punk, parolacce da scolari, ritornelli appiccicosi. Lo spettro stilistico è ampio, ma risaputo: Pop, Reggae, Rap, Rock, Pop-Punk. Si finisce per salvare, degli altri 19 brani solo Maria Salvador, grazie all’avventurosa linea vocale, a patto di superare la pochezza del testo che inneggia ancora alla marijuana.

.

.

.

Voti:

Di Sana Pianta – 5
Rap N’Roll – 4,5
Deca Dance – 4,5
Meglio Prima (?) – 5,5
Il Bello D’Esser Brutti – 4

Annunci

One thought on “J-Ax – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...