Goldfinger – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

tumblr_meh1s2Paj51qzxlbn

I Goldfinger sono fra i principali esponenti della fusione Ska ed Hardcore, la cosiddetta “third wave of Ska” che investe il Rock a metà anni ’90 e che ripesca negli anni ’70 ed ’80 a piene mani, portando all’estremo la fusione dei generi in brani che uniscono velocità e vitalità, violenza e ballabilità.

I Goldfinger hanno il pregio di riuscire in questa fusione aggiungendo pizzichi di Reggae, una vena emozionale da Hardcore melodico, spruzzi di Nu Metal, umorismo demenziale, energia e dirompenti refrain che ogni tanto affiorano nei loro album. Il Pop-Punk ed il Pop sono spesso ad un passo dal loro mix, convivono con i momenti più vicini all’Hardcore, all’Heavy Metal ed al più casinoso Ska-Core.

Il principale difetto dei Goldfinger è invece la mancanza di coesione dei loro album, che raccolgono brani riusciti, vivaci, frizzanti, toccanti o gioiosi (o più di queste cose contemporaneamente) ad altri decisamente minori, meno originali e meno personali.

Su Goldfinger (1996) si distingue Here In My Bedroom, nella quale esplode tutto il bruciore dei dispiaceri adolescenziali, quella tensione che nei Fugazi diventava inquietante e che qui è un pretesto per un refrain-gioiello di Power-Pop cristallino. Only A Day ci mette un groove trascinante, King For A Day un Reggae stereotipato con partenze fulminanti ed ancora il Reggae inquieto di My Girlfriend’s Shower Sucks e la fulminea Nothing To Prove aggiungono brani intriganti ma è anche vero che metà della tracklist è fin troppo omogenea e che, esclusa l’idea della fusione, c’è poco di nuovo in questo caleidoscopio di Punk/Hardcore/Ska/Reggae.

La maturazione porta Hang-Ups (1997) ad essere il capolavoro della loro carriera. L’album contiene alcuni dei brani-capolavoro di questa terza ondata di Ska, prima fra tutti Superman, un refrain magnifico da Pop, un passo Ska, una forza Hardcore, un mood fra lo spensierato e l’emotivo, ripartenze, accelerazioni, pause, contrappunto di fiati, finale malinconico. My Head sono tre minuti di perfetto Power-Pop, ritornello orecchiabile per deflagrazioni Heavy Metal, This Lonely Place è invece un pretesto Pop per divagazioni Ska. Il Thrash Metal ed i Bad Religion si fondono per Question mentre musiche caraibiche chiudono Carlita. Il resto della tracklist o si perde in banalità, o imita i Rage Against The Machine o i Downset (S.M.P.). L’album dimostra comunque un ampliamento dello spettro stilistico notevole rispetto all’esordio e mai più replicato con tanta fantasia.

Stomping Ground (2000) suona più prevedibile anche in I’m Down o nel refrain orecchiabile e martellante di The End Of The Day. La componente Ska e Reggae sono ormai elementi di contorno, le canzone ripescano sempre più dai Blink 182, Offspring, Bad Religion e di nuovo Rage Against The Machine (Bro). Pur ricordando da vicino No Woman No Cry, è Margaret Ann a far breccia nel suo basso semplice ed accattivante, il refrain Pop e qualche semplice melodia, ma il resto della tracklist si confonde con altre decine di band di Hardcore melodico dei ’90.

Open You Eyes (2002) rinuncia (quasi) completamente allo Ska ed al Reggae, agli arrangiamenti con i fiati ed a molto del divertimento, integrando sempre più spesso la potenza del Thrash, la velocità dell’Hardcore duro e puro ed istallandoci sopra docili ritornelli derivati dal Pop, quando non trionfa proprio la forma di un Power Pop radiofonico che lascia le chitarre ruvide in secondo piano. Decision, nell’opera, è forse il brano più ricordevole, ma c’è poco di personale in questi stereotipi di Pop-Punk, di Hardcore melodico, di scimmiottamenti dei Korn e degli Slipknot (Woodchuck), in Pop colorati di un raro momento Reggae come It’s Your Life.

Disconnected Notice (2005) è ormai solo un colorito ed energico Pop/Rock con ritornelli spesso banali e l’ombra dell’irrequieta fantasia del secondo album.

Hello Destiny (2008) se possibile è ancora più leggero ed impalpabile: ritornelli sorridenti e tristezza da film adolescenziali.

.

.

.

Voti:

Goldfinger – 5,5
Hang-Ups – 6,5
Stomping Ground – 5,5
Open Your Eyes – 5
Disconnected Notice – 4,5
Hello Destiny – 3,5

Annunci

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...