Enigma – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

normal_Michael_Cretu_1

Playlist di brani selezionati di Enigma

Enigma è un progetto tedesco di un artista di origine rumena, Michael Cretu. Le idee alla base dell’intero progetto sono eclettiche ed hanno permesso alla formazione di riscuotere un discreto apprezzamento presso un’ampia fascia di pubblico.

La musica di Enigma è un sofisticato tipo di Elettronica ballabile che assimilato il Funk e ed i ritmi dell’Hip Hop, fondono il tutto con atmosfere rarefatte e sognanti, vagamente vicine alla musica New Age, voci sensuali femminili sovente in francese, canti gregoriani, elementi che si succedono con fantasia nelle varie composizioni (litanie di muezzin, chitarre elettriche, flauti ecc.)

La fusione del ballabile orecchiabile di Funk, Disco ed Elettronica assieme ad elementi culturalmente disparati provenienti soprattutto dall’Europa centrale hanno favorito una fusione fra il mondo della Elettronica di facile ascolto, la New Age e la World Music.

MCMXC A.D. (1990) inizia ambiziosamente la carriera con i quasi 12 minuti di Principles Of Lust, un Funk per cori gregoriani, melodie di flauto e voce femminile fra l’erotico ed il sensuale in francese. Back To The Rivers Of Belief, altri dieci minuti abbondanti, è ancora più una strana commistione fra semplice ed orecchiabili basi ballabili ed una cerebrale escursione New Age fra frasi filosofiche ed atmosfere spiritualistiche. Mea Culpa e Callas Went Away riprendono i medesimi punti cardinali e spostano di poco la rotta del viaggio, ma in sostanza si tratta di un unico grande brano che vorrebbe rappresentare una sorta di immersione filosofica nella musica decadente e intellettualoide di Enigma.

The Cross of Changes (1993) tenta accostamenti più azzardati, compensando così la perdita dell’originalità iniziale. Il contrasto maggiore è fra Europa ed Arabia, tema portante prima di The Eyes Of Truth, per orchestra sinfonica e litanie arabe, e poi per il piccolo gioiello Return To Innocence, per lamento arabo e melodica e canonico cantato in inglese. Di questi contrasti “culturali” vivono anche le altre canzoni dell’album, come Love You…I’ll Kill You, fra tribalismi, voce sensuale, assoli di chitarra elettrica, ed ancora Age of Loneliness per ritmo incalzante e sofferto canto femminile sono originali quadretti di sofisticata musica da ballo, tanto spirituale quanto orecchiabile e facilmente godibile. Tolto l’accostamento originale, la sensazione di stupore, rimane piuttosto poco a questi ritmi sincopati per discoteche New Age.

Le Roi Est Mort Vive Le Roi! (1996) recicla il canto gregoriano e gli accostamenti eclettici a sostenere Morphing Thru Time, con cantato maschile melodrammatico per voci sensuali femminili (ancora). Beyond the Invisible tenta persino un soffertissimo canto per mix culturali (ritmi africani, tastiere cosmiche, cantato drammatico, canti gergoriani) ma tranne una lode per il coraggio l’eccesso nell’arrangiamento rende il risultato raffazzonato e obeso di idee poco sviluppate. TNT For The Brain e Why sono semplici riempitivi spruzzati di multietnicità per il pubblico del ballabile da discoteca, il secondo per base Hip Hop e melodrammatico cantato maschile in pieno clichè. The Roundabout è ancora più dozzinale e triviale. The Child In Us riesce a ritrovare l’equilibrio perduto, con gusto ed eleganza in un soffice canto spirituale per vibrante voce femminile e la musica cosmica tinta di Reggae per echi africaneggianti di Almost Full Moon è quanto di più emozionante Enigma abbia mai pubblicato. Dei 45 minuti abbondanti dell’album, forse 10 valgono il repertorio migliore, il resto mostra quanto ci sia bisogno di una nuova ispirazione.

The Screen Behind the Mirror (1999) parte da un’idea di base non troppo originale, ovvero il campionamento costante dei Carmina Burana, per costruire l’album più vacuo della carriera di Enigma. Il pasticcio di stili e generi crea cose come Modern Crusaders, mentre lo sposalizio con ritmi da discoteca partorisce Camera Obscura, che nonostante la trivialità meritava forse di essere estesa ed invece rimane un’idea incompiuta. Questa volta di 43 minuti ne valgono il repertorio migliore, con generosità, 3.

Voyageur (2003) cerca di aggiornare il suono ad un più che canonico mix di basi e ritmi Techno/Drum’n’Bass/Hip Hop. I risultati, dilettanteschi e raffazzonati, non sortiscono alcun trasporto emotivo, differentemente da come succedeva nei migliori brani del passato.

A Posteriori (2006) sale sul carrozzone della più corriva New Age ballabile, utilizzando Techno, Drum’n’Bass e Reggae. Sitting on the Moon è il momento migliore.

Seven Lives Many Faces (2008) torna invece al suono dei primi album, seppure conservi tracce delle derive Techno delle ultime opere. Sembra di ascoltare una versione ammodernate e meno eclettica dell’esordio.

.

.

.

Voti:

MCMXC A.D. – 7
The Cross Of Changes 6,5
Le Roi Est Mort Vive Le Roi – 5,5
The Screen Behind The Mirror 4
Voyageur – 5
A Posteriori – 4,5
Seven Lives Many Faces – 5

Playlist di brani selezionati di Enigma

Annunci

2 thoughts on “Enigma – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist

  1. eheheh sono una fan della musica "d'atmosfera" io. non sono riuscita a sentire tutti gli album, ma loro mi son sempre piaciuti. gli ultimi album non li conosco, mentre adoro Principles of lust (che ho scoperto in una coreografia quando facevo danza!). Più avanti certe volte si son persi nel new age un po' da salone massaggi, però meno rilassante. Infatti una delle pochine che apprezzo di quella seconda parte è proprio Sitting on the moon, che tengo 'nto Ipod 

    senti ma a quando una recensione su Bjork?

    Mi piace

Mi fa piacere leggere i vostri commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...